“La manifestazione del Telos non è autorizzata”

In un documento l'Amministrazione comunale prende le distanze dal corteo previsto per questo pomeriggio e chiede alle forze dell'ordine la massima sorveglianza per evitare vandalismi

L’Amministrazione comunale di Saronno non ha autorizzato la manifestazione organizzata per oggi pomeriggio dal Gruppo Telos. Ecco la posizione del Comune.

"Riguardo alla notizia comparsa su alcune testate locali relativa alla manifestazione del
pomeriggio promossa dal gruppo Telos, l’Amministrazione informa i cittadini, gli operatori
economici, le associazioni che l’evento non è stato autorizzato dall’Amministrazione comunale.
Da troppo tempo la nostra città è oggetto di iniziative che ne pregiudicano il buon nome, la vita
civile e democratica, la serenità delle famiglie.
Prendiamo nettamente le distanze da chi usa la violenza per affermare il proprio punto di vista e
ha danneggiato uffici, edifici pubblici e privati, segnaletica, parcometri della città provocando
danni per migliaia di euro. Le buone ragioni si sostengono con gli strumenti della democrazia.
Alla richiesta di manifestare per le vie del centro l’Amministrazione ha fornito alla Questura un
percorso alternativo per consentire a tutti di vivere il centro della città in modo sereno e pacifico.
La libertà di manifestare è garantita dalla Costituzione, non vi è la libertà di vandalizzare. Per
questo auspichiamo che le forze dell’ordine preposte al rispetto della vita democratica in cui
abbiamo piena fiducia sappiano prevenire ogni sorta di vandalismi che hanno fin qui
accompagnato simili avvenimenti.
Fin d’ora auspichiamo, inoltre, una corretta informazione da parte degli organi d’informazione.
Basta con chi alimenta sotto traccia i facinorosi. Saronno è una città democratica,
l’Amministrazione ha il dovere di garantire ai cittadini di vivere la città serenamente, così come
ha il dovere di garantire la libertà d’espressione, come ha recentemente dimostrato di saper fare.
Se quest’ultimo diritto è esercitato danneggiando gli altri si configura come arbitrio e come tale
va perseguito".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.