La mostra dei predatori si arricchisce di nuove creature

Sono tre gli animali che vanno ad aumentare gli esemplari esposti ai Musei civici di Villa Mirabello. Fino alo 15 marzo sarà possibile visitare l'esposizione e ci saranno eventi collaterali

Sono stati 3000, fino a ora, i visitatori che sono stati alla Mostra “I Predatori del Microcosmo. Zanne, corazze e veleni: le strategie di sopravvivenza degli animali”. L’esposizione, organizzata dall’Università dell’Insubria e dal Comune di Varese, è stata arricchita di nuove specie animali, un’innovazione che ha indotto gli organizzatori a prorogare i termini. Allestita ai Musei Civici di Villa Mirabello, Piazza della Motta 4, rimarrà aperta sino a domenica 15 marzo 2015.

In parallelo proseguono gli eventi collaterali: dai seminari a carattere divulgativo con docenti ed esperti di biodiversità e conservazione dell’ambiente e della fauna, alla gettonatissima iniziativa del sabato “Indovina chi viene a cena” che dà la possibilità di assistere come pubblico al pasto di insetti, anfibi e aracnidi.

Le tre novità inserite sono: l’“Ululone dal ventre rosso”, il “Serpente del latte”  e il “Coleottero tigre”, che diventeranno le nuove attrazioni soprattutto per i piccoli visitatori e magari rappresenteranno un’occasione anche per chi ha visitato già la Mostra per tornare ad ammirare queste specie esotiche e rarissime. 


L’Ululone dal ventre rosso, a dispetto dello strano nome è un piccolo rospo  asiatico "double face": la schiena verde a macchie scure favorisce il mimetismo sul terreno, ma, se minacciato, esibisce il rosso brillante della pancia come segnale di avvertimento della sua tossicità. Il Serpente del latte è un innocuo rettile nordamericano dotato di una livrea molto simile al ben più pericoloso Serpente corallo, "travestimento" utile a scoraggiare potenziali predatori. Il coleottero tigre è un vorace predatore delle savane dell’Africa meridionale che deve il suo nome alle enormi mandibole capaci di fare a pezzi altri coleotteri pesantemente corazzati. 

Anche il ciclo di conferenze è stato arricchito di nuovi appuntamenti, in programma nella Sala Risorgimentale di Villa Mirabello: il primo in programma è venerdì 23 gennaio 2015, Alessio Martinoli (Università dell’Insubria) parla di “Raffinati giardinieri, scaltri truffatori, esuberanti coreografi: stranezze dal mondo degli uccelli”. “Può un animale di 50 tonnellate aver paura di uno di pochi etti?” Risponderà a questo interrogativo Martinoli durante la conferenza di venerdì. «Incredibilmente sì, basti pensare che una balena in emersione viene tormentata da un gabbiano che cerca di staccarne pezzetti di carne. Stranezze di un mondo, quello degli uccelli, che ha saputo adattarsi ad ogni angolo del pianeta evolvendo forme e comportamenti davvero sorprendenti. Durante il seminario saremo “a tu per tu” con fringuelli vampiri, trampolieri “travestiti” ed altre curiose storie con le ali…».

 A seguire gli altri incontri in programma sono: venerdì 30 gennaio 2015, Alessandra Gagliardi (Università dell’Insubria), “Predatori in penne e piume cercano prede in carne e ossa. A tu per tu con i rapaci diurni e notturni”; venerdì 6 febbraio 2015, Danilo Baratelli (Provincia di Varese), “Microcosmi domestici. Gli insetti fuori e dentro la porta di casa”; venerdì 13 febbraio 2015, Francesco Tomasinelli (Biologo e comunicatore scientifico), “Dalla vedova nera alla tarantola. Miti e verità sui ragni pericolosi”; venerdì 20 febbraio 2015, Martina Spada (Istituto Oikos), “Predatori col sonar, insetto se ne scampi. L’intrigante mondo dei pipistrelli, terrore degli organismi del microcosmo. Signori della notte”.

Continua anche la collaborazione tra il corso di Laurea in Scienze dell’Ambiente e della Natura e Scienze della Comunicazione, infatti con il progetto “Space for young/Largo ai giovani” sono proprio gli studenti dei due corsi a guidare i visitatori nel percorso (visite guidate gratuite per scuole elementari e medie).

Per tutte le informazioni: www.uninsubria.it/microcosmo.

Per approfondire:
Info mostra:
I visitatori potranno accedere alla mostra negli orari di apertura dei Musei Civici di Villa Mirabello versando il normale titolo di ingresso al Museo ma usufruendo della visita guidata a titolo gratuito (riservato alle scuole primarie e secondarie di primo grado).

Prenotazioni e contatti
Per tutte le classi di ogni ordine e grado è necessaria la prenotazione tramite il numero telefonico 0332/421448 o l’indirizzo email mostramicrocosmo@uninsubria.it.

Visite guidate per adulti e gruppi organizzati possono essere prenotate utilizzando gli stessi contatti.

Sarà possibile assistere all’alimentazione degli animali e al dietro le quinte di Predatori del microcosmo grazie all’evento “Indovina chi viene a cena”, (attività con posti limitati e con prenotazione obbligatoria, costi e informazioni tramite il numero telefonico 0332/421448 o l’indirizzo email mostramicrocosmo@uninsubria.it).

Per informazioni e prenotazioni: Alessio Martinoli – Carlo Morelli 0332/421448 o mostramicrocosmo@uninsubria.it.

Orari di apertura

Da martedì a domenica: dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00.

Biglietto di ingresso al Museo

Intero € 4; Riduzione: € 2, fino ai 25 anni, gruppi (almeno 10 persone), militari, tessere ACTL, TCI, FAI, Federalberghi, Family Card, VareseCorsi; Scuole: € 1; Gratuito: disabili e accompagnatori, bambini fino a 6 anni, insegnanti accompagnatori di scolaresche e visitatori che abbiano compiuto 65 anni.

Visite guidate alla mostra gratuite per scuole primarie (elementari) e secondarie di primo grado (medie)
Durante tutta la durata della mostra sono previste visite guidate a cura dell’Università degli Studi dell’Insubria che si avvarrà della collaborazione di studenti dei Corsi di Laurea di Scienze dell’Ambiente e della Natura e Scienze della Comunicazione appositamente formati.

La visita guidata, della durata di circa un’ora, è gratuita per le classi delle scuole primarie (per gli argomenti trattati si suggerisce la visita a partire dal terzo anno) e per le scuole secondarie di primo grado. Le classi dovranno corrispondere per la visita il solo titolo di ingresso al Museo di Villa Mirabello pari ad € 1,00 a partecipante. Per le scuole secondarie di secondo grado sono invece previste visite con obbligo di prenotazione della guida con un contributo di 50 euro per classe, oltre al versamento del titolo di ingresso al Museo di Villa Mirabello pari ad € 1,00 a partecipante.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.