La Unendo Yamamay ha inserito la marcia giusta

Busto batte anche Montichiari con un netto 3-0 trascinata da un'ottima Marcon: terza vittoria di fila in Serie A1, buon viatico per la trasferta in Finlandia per la Champions

Si è vista una grande Unendo Yamamay oggi – domenica 25 – sul campo di casa contro la Metalleghe Sanitars Montichiari. Marcon e compagne hanno vinto con un netto 3-0 (25-17, 25-21, 25-15) giocando bene, con grande determinazione e tenendo sempre in mano le redini della partita. Atteggiamento davvero positivo delle farfalle che mostrano un bella pallavolo alla quale aggiungono anche azioni ricche di grande spettacolo. Unica pecca i troppi errori in battuta (ben 13) che fanno un po’ storcere il naso anche a coach Parisi, ma questa volta restano un dettaglio che non offusca il risultato. Buono invece il gioco a muro delle bustocche: ne mettono a segno 11 contro i 7 delle bresciane. La MVP della serata è capitan Marcon, protagonista di spettacolari recuperi in difesa, brava in battuta e con 9 punti in all’attivo in fase d’attacco. Miglior realizzatrice la solita Diouf con 17 punti (3 muri), seguita da Havelkova (11). Bene anche Lyubushkina, sempre molto in movimento in campo (9 punti, 3 muri). Montichiari ha dovuto fare a meno di Vindevoghel assente per un problema muscolare alla schiena; in sua assenza Tomsia, con 13 punti, è la migliore realizzatrice. Discrete anche le prove di Brinker (7 punti) e Gioli (7 punti, 4 muri). Adesso le ragazze di coach Parisi sono attese dall’ultimo impegno della prima fase di Champions League che le vedrà impegnate mercoledì alle 17,30 sul campo delle finlandesi del LP Salo. Busto è già qualificata ma la partita di mercoledì sera servirà a stabilire se passerà il turno come seconda o terza classificata del Pool C.

Galleria fotografica

Unendo Yamamay Busto - Metalleghe Sanitars Montichiari 3-0 4 di 20

LA PARTITA – Parsi si affida a Wolosz in regia, Diouf opposto, Lyubushkina e Michel al centro, Marcon e Havelkova in attacco, Leonardi libero. Il primo set inizia in equilibrio con le due formazioni che combattono punto a punto fino al 10 pari, quando Marcon e compagne allungano e si portano sul 12-10 grazie a un paio di bei “muroni”. Le bresciane provano a recuperare il terreno ma un buon turno in battuta di Marcon e un paio di salvataggi di Leonardi, portano ulteriore vantaggio (15-12). Le padrone di casa, in campo con determinazione, hanno in mano le redini del gioco e conducono il match 21-16. L’ace di Diouf e l’attacco di Lyubushkina chiudono il primo parziale sul 25-17.
Il secondo set inizia con qualche errore di troppo in battuta per le padrone di casa (Michel e Diouf) che permette alla Metalleghe di partire avanti 3-5. Busto però rientra subito e allunga: significativo il punto del 9-6, caratterizzato da un’azione lunga e combattuta nella quale Marcon ha dimostrato la sua grande abilità in fase difensiva, con alcuni recuperi davvero spettacolari. In equilibrio la parte centrale del set con un buon gioco da parte di entrambe le formazioni. Sul 17 pari entra Pisani su Michel, le bustocche alzano a ripetizione il muro e volano sul 22-18. Montichiari prova a rifarsi sotto e recupera parte dello svantaggio (23-21), costringendo Parisi al time-out, per spezzare la serie positiva avversaria. L’errore in attacco delle bresciane regala a Busto la possibilità di chiudere il set: Diouf non sbaglia e mette a segno il 25-21.
Sulla spinta del set appena conquistato, il terzo parziale inizia col vento in poppa per la Unendo Yamamay che impone il suo bel gioco alle bresciane portandosi presto avanti di 4 punti (12-8). Busto allunga ancora e sul 14-8 la palleggiatrice ospite Dalia sembra farsi male al ginocchio ma fortunatamente si rialza e ricomincia a giocare senza conseguenze. Busto però continua a macinare punti, conduce per 21-14, e chiude il set senza patemi di alcun tipo con l’ennesimo "murone" – di Pisani – che vale il 25-15 e i tre punti in palio per la classifica.

(Il muro di Busto, decisivo contro la Metalleghe / foto di R. Gernetti)


LE INTERVISTE – Per Montichiari parla la ex biancorossa Brinker: “Per me è stato bello tornare a giocare al Palayamamay. È il primo anno che la società di Montichiari gioca la serie A1 e piano piano stiamo cercando di crescere per arrivare a un buon risultato finale. Busto oggi ha giocato molto bene e rispetto al girone di andata è cresciuta molto. Se va avanti così farà un grande risultato nel campionato”.
Sul fronte interno parla una sorridente Ciara Michel: “E’ andata molto bene e vincere 3-0 è sempre una bella soddisfazione. Non era una partita facile ma noi siamo state brave e abbiamo messo in campo la grinta giusta; adesso andiamo in Finlandia per vincere”.
Soddisfatta anche capitan Francesca Marcon: “Siamo scese in campo determinate. Dire cosa è successo, quale sia stata la chiave di svolta della stagione non è facile. Sicuramente abbiamo preso coscienza delle nostre capacità e giochiamo con maggiore determinazione. Personalmente sono contenta della mia prestazione questa sera ma direi che tutta la squadra ha giocato molto bene”.

Unendo Yamamay Busto A. – Metalleghe Sanitars Montichiari 3-0 (25-17, 25-21, 25-15)

Busto Arsizio: Lyubushkina 9, Degradi ne, Rania, Michel 4, Leonardi (L), Marcon 9, Perry ne, Camera ne, Diouf 17, Wolosz 6, Havelkova 11, Pisani 3. All. Parisi.
Montichiari: Dalia 1, Brinker 7, Tomsia 13, Ghilardi (L), Alberti 4, Mingardi 2, Saccomani 2, Olivotto ne, Milani ne, Zampedri, Gioli 7, Serena. All. Barbieri.
Arbitri: Piana Rossella- Prati Davide.
Note. Busto A.: battute sbagliate 13, ace 3, muri 11. Montichiari: battute sbagliate 5, ace 0, muri 7. Durata set: 25’ 29’ 22’ . Spettatori: 3853.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 gennaio 2015
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Unendo Yamamay Busto - Metalleghe Sanitars Montichiari 3-0 4 di 20

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.