Lega Nord: “Esporre a Varese le vignette di Charlie Hebdo”

Il segretario cittadino Marco Pinti: "La comunità islamica varesina condanni fermamente la violenza, come fecero il Pci e la Cgil contro le Br"

La Lega Nord interviene per proporre un’iniziativa politico contro il terrorismo islamico. Il segretario citatdino Marco Pinti, all’indomani della notizia della strage di Parigi, a cui i giovani padani di Varese hanno reagito  esponendo al balcone di piazza del Podestà uno striscione di solidarietà con l’hastagh "#jesuischarlie", vorebbe che le vignette che hanno scatenato i terroristi venissero esposte anche nella nostra città
"Bene le bandiere a mezz’asta, ma Varese deve fare di più – dichiara Pinti – proporrò al sindaco, agli assessori e ai consiglieri di ospitare a Varese quanto prima un’esposizione delle vignette di Charlie Hebdo, perché sia chiaro che questa città non si piega a chi vuole seminare il terrore".

Pinti (foto) chiede anche che la comunità musulmana della città si esprima contro la violenza: “A questo proposito – prosegue – apprendo con sollievo come la comunità islamica di Gallarate abbia con prontezza condannato la violenza fondamentalista, a differenza degli esponenti della moschea di Varese che ancora non hanno fatto lo stesso a mezzo stampa. E’ un atto dovuto – sostiene il segretario leghista – e non dovrebbe esserci nemmeno la necessità di sollecitarlo, tanto grave è quello che è avvenuto."

"La mia – precisa Pinti – non è una richiesta strumentale, ma la presa d’atto che, sulla scorta dell’esperienza della lotta al terrorismo brigatista, quando per prime CGIL e PCI si mobilitarono contro la violenza eversiva, anche oggi spetta in primis agli ambienti dell’area mussulmana togliere ogni spazio e ogni legittimità a chi brandisce un arma contro le matite delle nostre democrazie”. "Mi aspetto una condanna dura, senza se e senza ma" conclude il segretario della Lega varesina.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.