Masterplan: la giunta per piazza Repubblica sbaglia

Nota di Riva Destra Varese

Nota di Riva Destra Varese

Riva Destra inizia il nuovo anno con l’impegno di contrastare l’attuazione del masterplan in generale mentre condivide la ristrutturazione della Caserma che sarà adibita a polo della cultura.  Non ci serve un nuovo teatro almeno non di questi tempi. Non condividiamo in nessun modo l’abbattimento del Collegio Sant’Ambrogio e a nulla serve la giustificazione della nuova costruzione con minori volumi. Non condividiamo inoltre il trasferimento in un Centro già sovraffolato degli uffici dell’ASL. Da tempo la scelta di allocare servizi e uffici è quella di decentrarli con questa iniziativa si va controcorrente aggiungendo traffico alla già intasata zona centrale.    Questo accordo sa tanto di vecchia politica quando le vacche erano grasse, se la giustificazione come abbiamo letto era quella di una rapida approvazione per non perdere il finanziamento regionale. La riqualificazione di Piazza Repubblica è certamente una necessità ma perchè intervenire con opere di demolizione per costruire poi nuovi insediamenti di cui nessuno sente la necessità. Di appartamenti e uffici sfitti ce ne sono a centinaia a che serve costrirne dei nuovi, azzerando il fondale della Piazza che si intona benissimo  che fa parte del patrimonio culturale e storico di Varese. Nel contempo, richiamandoci al PRG steso dalla Oikos una decina di anni fa riteniamo indispensabile non procedere in modo disarticolato con i Comuni, praticamente continuità della stessa Varese quindi progettare il futuro in accordo con loro che peraltro per iniziativa di qualche Sindaco sembrano essere d’accordo per la Grande Varese.   Non diciamo quindi NO alla riqualificazione ma non riteniamo giusto procedere con improvvisazione dettata dal rischio di perdere finanziamenti.
Riva Destra Varese

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.