Matteo Bianchi a Bruxelles, nel “parlamento delle autonomie europee”

Il primo cittadino e segretario provinciale leghista è uno degli 8 sindaci che, insieme ad altri 16 amministratori, rappresenterà l'Italia nell'organismo consultivo

Matteo Bianchi, segretario provinciale della Lega Nord e sindaco di Morazzone, lunedì prossimo, 26 Gennaio, sarà ufficialmente nominato membro del Comitato delle Regioni a Bruxelles, un sorta di "Parlamento delle autonomie" di secondo livello per la legislatura 2015-2020: una nomina europea di prestigio, in linea con la sua passione per l’autonomia locale e la valorizzazione dei popoli, un’opportunità che gli consentirà di seguire da vicino i lavori del Parlamento Europeo e intervenire con emendamenti e pareri.

Bianchi entrerà quindi in questo Comitato composto da sindaci e rappresentati delle Regioni con competenze nella valorizzazione delle realtà locali. Composto da circa 350 elementi, l’organismo ha il compito di "vigilare" sulla legislazione Ue che per tre quarti avviene proprio a livello territoriale e poi per fungere da cinghia di trasmissione tra la Ue e i cittadini, allo scopo di rendere meno distante l’istituzione di Bruxelles.

«Lunedì prossimo ci sarà la ratifica della nomina dei componenti espressi dal Governo italiano (in tutto sono 24, di cui solo 8 sindaci) e la prima seduta si terrà l’11 Febbraio – commenta Matteo Bianchi -. Si tratta di un incarico prestigioso che mi darà l’opportunità di dedicarmi a uno degli aspetti per me più importanti della politica, quello dell’Europa e della sua integrazione che deve anzitutto tenere conto dell’interesse dei popoli. Le funzioni di questo Comitato sono di tipo consultive, ma consentono di avere accesso a tutti gli atti del Parlamento e di intervenire con emendamenti e pareri».

Bianchi, che rappresenterà la Lega Nord nel Comitato con Luca Zaia, promette già "battaglia": «Tenevo a questo ruolo perché sento mio il pensiero spinelliano di un’Europa basata sulle regioni e le autonomie locali – conclude Bianchi -. In questo momento stiamo andando purtroppo nella direzione opposta e mi prometto di sfruttare questa opportunità per coordinare azione su temi ben più vicini ai cittadini e ai loro reali bisogni. Un obiettivo politico che un leghista deve sempre portare avanti. Ora più che mai».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.