Ex Aermacchi, aperta un’inchiesta sulla mancata bonifica

Indagata la proprietà della Casti Group per non aver ottemperato a un'ordinanza del sindaco. I gravi disagi di chi abita nei dintorni

L’imprenditore Gianfranco Castiglioni sarebbe indagato dalla procura per l’inottemperanza a una serie di ordinanze amministrative del comune di Varese che gli intimavano di avviare una bonifica dall’amianto nella ex Aermacchi. La fabbrica di via Sanvito a Varese è infatti coperta da eternit, ma il capannone è ancora fatiscente e non è stato mai trasformato in una nuova attività produttiva, o congressuale, come invece è previsto dal pgt.

Il comune ha diverse volte emesso ordinanze del sindaco per la rimozione dei materiali pericolosi, e alla fine ha inviato una segnalazione in procura. Il fascicolo è stato aperto dal pm Annalisa Palomba, e prevede come reato il 650 del codice penale: inosservanza dei decreti dell’autorità. L’indagine appare quindi come un atto dovuto, ma resta tutto il disagio di migliaia di varesini che vivono a ridosso di una fabbrica pericolosa. Da anni le polveri si spargono per la città e costituiscono una bomba ecologica per Varese. Prima o poi qualcuno dovrà capirlo, anche se finora non sono bastate né le ordinanze né gli appelli.

Il comune ci stava ragionando da tempo e fin dal 2009 assessori e sindaco hanno provato a scrivere alla proprietà, Casti group, per mettere in campo una bonifica che però appare costosissima. Si parla, secondo l’assessore Santinon, di cifre che potrebbero anche arrivare ai 500mila euro. Certo, se si procedesse a una riqualificazione dell’area, tutto sarebbe più semplice, ma la politica dei Castiglioni finora è stata quella di far cadere quasi tutto a pezzi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.