Bianca Garavaglia, per sostenere i progetti “basta un caffè”

L’associazione che sostiene i progetti per combattere il tumore infantile è stata selezionata dalla piattaforma di crowdfunding “1caffè.org” per raccogliere fondi in favore del suo programma sportivo. Servono 10.000 euro

Mentre in passato prevaleva il dogma che la diagnosi di tumore precludesse la possibilità per i pazienti di praticare sport ed esercizio fisico, oggi l’evidenza degli effetti positivi dell’attività fisica in bambini ed adolescenti ammalati di tumore sta crescendo. Obiettivo principale del progetto Sport è di esplorare la fattibilità di una strategia efficace nel promuovere l’attività fisica nei pazienti con tumore, sia durante che dopo la cura oncologica. Le caratteristiche principali del progetto di allenamento e di attività fisica intra-ospedaliero sviluppato dall’Associazione Bianca Garavaglia presso la Pediatria dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano includono la disponibilità di una palestra di 30 m2 direttamente in reparto (attrezzata con treadmill, exercise bike, macchina multi-funzione, attrezzi per esercizi a corpo libero) e la supervisione da parte di 4 istruttori professionisti che definiscono programmi di allenamento individualizzati sulla base delle necessità di ogni singolo ragazzo, in collaborazione con il team di oncologi, di psicologi pediatri e di esperti della riabilitazione. Oltre all’attività indoor, l’associazione sostiene attività outdoor, in particolare le uscite in barca a vela che i ragazzi ricoverati fanno durante l’anno. Tra i benefici riportati dai ragazzi che hanno praticato più assiduamente l’attività sportiva in palestra si segnalano: una ritrovata autostima verso un corpo meglio funzionante e più “vivace”, nuove opportunità di relazionarsi in modo confortevole con i propri pari.

Il progetto richiede un finanziamento di 10.000 euro per sostenere i costi di 2 fisioterapisti e 2 istruttori di scienze motorie che svolgeranno la loro attività presso la palestra del 7°Piano dell’INT di Milano per 24 mesi e per contribuire basta un caffé. L’associazione è infatti stata selezionata dal portale 1caffè.org, una piattaforma di crowdfunding che ogni settimana sceglie un progetto da supportare. Si può donare via sms (tramite il sistema BeMoov, previa iscrizione gratuita) o con PayPal offrendo 1 caffè al costo di 1 euro (Bemoov) o 1,4 euro (PayPal) oppure, se il progetto vi appassiona, 1 Colazione al costo di 5 euro. 1 Caffè Onlus raccoglierà le vostre donazioni e le devolverà interamente all’associazione della settimana. Tutte le informazioni e le modalità per donare qui.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.