A Gavirate ore di attesa per l’arrivo di Greta

Telecamere e antenne fuori dalla casa di via Amendola. La zia, in mattinata: “Sono ancora a Roma”

gavirate greta attesa

Galleria fotografica

In attesa di Greta 4 di 9

«So che sono ancora a Roma e che arriveranno in giornata in auto. Non ho sentito nessuno e quindi non posso dirvi altro». Attorno alle 10 è la zia di Greta Ramelli, la cooperante italiana rapita in Siria e rilasciata giovedì scorso a dare le poche e scarne notizie sul ritorno della nipote nella sua casa di via Amendola a Gavirate.

                                                           GUARDA IL VIDEO

Dal mattino di ieri, venerdì 16 un inconsueto via vai di persone si alterna fuori dalla villetta ad un piano al civico uno: sono i tanti curiosi che passano con le auto e a piedi, e i molti cronisti delle testate nazionali e in alcuni casi delle agenzie di stampa internazionali che vogliono documentare l’arrivo a casa della giovane e dei suoi parenti. In tarda mattinata sul posto è arrivato anche il sindaco di Gavirate Silvana Alberio.
Fuori dal bar Milano, lungo la strada statale che porta a Laveno, campeggia ancora, da ieri, lo striscione con una colomba disegnata fra le parole: “Ben tornata a casa”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 gennaio 2015
Leggi i commenti

Galleria fotografica

In attesa di Greta 4 di 9

Video

A Gavirate ore di attesa per l’arrivo di Greta 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.