Il 1° febbraio scattano gli aumenti dei trasporti

Sono previsti dalla delibera della Regione, vista la riduzione di risorse dal governo. Aumenta Trenord, ma l'adeguamento tocca in parte anche ai servizi locali, come gli autobus urbani: Tutti i numeri

Scattano nuovi aumenti di biglietti e abbonamenti dei mezzi di trasporto pubblico locale: gli aumenti sono stabiliti dalla Regione Lombardia per compensare le riduzioni di risorse dal governo centrale e riguardano in primo luogo il servizio ferroviario Trenord, ma vengono applicati a livello locale anche in altre realtà. "L’entrata in vigore degli adeguamenti tariffari – si legge nella delibera del 9 gennaio – decorre dal 1° febbraio 2015".

Le risorse "tagliate" da governo e, di riflesso, da Regione ammontano a 50 milioni, la metà (25) toccano il servizio ferroviario Trenord. Per quanto riguarda i treni (la riduzione, stando alle tabelle della delibera e alle tariffe in vigore , i biglietti aumentano di circa 10-30 centesimi a seconda delle fasce, mentre gli aumenti degli abbonamenti mensili arrivano a 3 euro per le tratte di media lunghezza, come quelle da Gallarate o Varese.

Nello specifico: da Busto a Milano il biglietto ordinario aumenta da 3,90 a 4 euro, abbonamento mensile da 68 a 71 euro; da Saronno si passa da 2,80 a 2,90 euro, da Gallarate si passa da 4,60 a 4,80, l’abbonamento da 77 a 80 euro al mese; da Varese FN il biglietto passa da  5,30 a 5.50, l’abbonamento da 85 a 88 euro, da Varese FS il biglietto ordinario 5,80-6,10 ; da Luino a Milano il biglietto passa da 7,60 a 7,90.
Per quanto riguarda le tratte intermedie, prendendo come esempio la frequentata tratta da Gallarate a Varese si ha un aumento è da 2,40 a 2.50 euro.

La seconda azienda più colpita dai tagli in Lombardia è ATM di Milano: l’azienda che serve anche molti pendolari lombardi vede evaporare 17,1 milioni di euro. Per ora il sindaco di Milano Giuliano Pisapia ha detto che «non ci saranno aumenti» fino al 2016, ma ci sono molte incognite, perchè il taglio è consistente e ci sono molti progetti aperti.

Quanto ai trasporti locali e urbani in provincia, qui il taglio complessivo vale 8 milioni: è ancora da definire il quadro dei servizi autobus di competenza delle Province (che sono semi-abolite). 
A Gallarate il Comune applica un aumento di 0,05 euro sul biglietto ordinario (da 1.65 a 1.70) mentre rimangono invariati gli abbonamenti. Scelta fatta perchè la stragrande maggioranza dei viaggiatori sugli autobus Amsc sono abbonati, soprattutto studenti.
A Varese non sono stati previsti aumenti: le tariffe aggiornate si trovano qui.

Previsti infine aumenti anche per i biglietti integrati "Io viaggio ovunque in Lombardia": quello mensile passa da 103 a 107 euro, il trimestrale da 295 a 308 mentre l’annuale resta invariata.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.