Lo scrittore Alessandro D’Avenia ospite di Stoà

L’appuntamento con lo scrittore è per mercoledì sera al Cinema Teatro Manzoni a partire dalle 21. D’Avenia presenterà il suo ultimo libro, “Ciò che inferno non è” e dialogherà con il pubblico

Un anno che comincia con un grande evento, il 2015. Il Centro Giovanile Stoà, infatti, è lieto di ospitare Alessandro D’Avenia, che presenterà il suo ultimo libro “Ciò che inferno non è” e dialogherà riguardo al tema dell’Educazione.
L’incontro non si terrà presso la sede del Centro, ma presso il Cinema Teatro Manzoni (Via Calatafimi 5, Busto Arsizio), mercoledì 28 gennaio alle ore 21.00. Un appuntamento che sarà moderato da Francesco Anfossi, caporedattore di Famiglia Cristiana, e a sua volta grande conoscitore ed esperto della figura di Padre Pino Puglisi.

Il desiderio di ospitare D’Avenia in occasione della Settimana dell’Educazione è nato in seno alla Pastorale Giovanile della città di Busto Arsizio, di cui il Centro Giovanile Stoà è espressione ultima, anche per via delle numerose esperienze che i Giovani e gli Adolescenti delle Parrocchie di Busto hanno vissuto negli scorsi anni in terra siciliana e con esperienze legate all’antimafia.
Nel suo romanzo, D’Avenia mostra al lettore la figura di un educatore, Puglisi, che ha ancora molto da dire, oggi, a chi lo incontra. Un libro, il suo, che pare essere quasi una poesia e che sancisce nuovamente il grande successo dei primi due romanzi, “Bianca come il latte, rossa come il sangue” e “Cose che nessuno sa”. L’ingresso è libero, fino ad esaurimento posti.

L’incontro rientra nelle iniziative della Pastorale Giovanile del Decanato di Busto per la Settimana dell’Educazione ed è realizzato con il patrocinio del Comune di Busto Arsizio, in collaborazione con la Libreria Bustolibri.com, già Libreria Boragno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.