“Neorazzista a chi?”

Il sindaco Leonardo Tarantino risponde al comunicato dell'Anpi sulla presenza di profughi in città

NEORAZZISTA A CHI??
Ho ricevuto sulla mia mail istituzionale una “Lettera aperta al Sindaco di Samarate, all’amministrazione comunale, ai cittadini e alle associazioni” a firma Associazione Nazionale Partigiani Italiani di Samarate e Verghera, trasmessa dai sig.ri Massimo Ceriani e Mario Marchesini.
Lo stesso documento è stato trasmesso alla stampa ed è stato ripreso da Varesenews e da La Prealpina.
Tra le tante considerazioni condivisibili o meno leggo l’accusa di NEORAZZISTA al Sindaco ( “ E possiamo rilevare nelle posizioni del sindaco………un neorazzismo come reazione alla mobilità di esseri umani……”)
Ma come si permettono?? Ma chi credono di essere per arrogarsi il diritto di offendere il sottoscritto e ancor di più il Sindaco che rappresenta una città onorabile come Samarate. Sanno cosa vuol dire “razzismo”???? Chiedano scusa all’Amministrazione Comunale e ai tanti Suoi operatori che agiscono nel rispetto delle leggi e della costituzione, dei valori umani e cristiani.
Ho una storia personale in antitesi contro ogni atto discriminatorio.
Mi spiace dover leggere questa caduta di stile dell’Anpi, associazione che stimo e che in questi anni ho cercato di conoscere meglio. Ho partecipato ai numerosi momenti di commemorazione di caduti partigiani che si svolgono dentro e fuori la nostra città; l’Anpi ricorda con passione e commozione il sacrificio di uomini valorosi per difendere e guadagnare la libertà.
Compreso la libertà di parola, di espressione, di stampa. Sulla “questione profughi” pare però che per i signori Marchesini e Ceriani pensarla diversamente da loro significhi essere “neorazzisti”; solo per aver detto che lo stato spende troppo per l’accoglienza a queste persone ( circa 1200 euro al mese a persona) e che sarebbe meglio correggere le attuali leggi italiane sull’immigrazione. Il tutto in una lettera pacata inviata a Matteo Renzi e fatta conoscere alla cittadinanza. Credo di essere stato vittima di una locale caduta di stile che non possa essere condivisa dai livelli più alti di Anpi.
Confrontiamoci pubblicamente! Vediamo come la pensano molti cittadini samaratesi; capiamo se ci sono altri “neorazzisti” o se semplicemente esiste un’ingiustizia di trattamento tra chi paga le tasse e vive qui da sempre e gli ultimi arrivati. Diversi per questo e non certo perché appartenenti a razze diverse; questo lo capisce anche un bambino
Con viva stima all’ANPI per ciò che fa e rappresenta
Leonardo Tarantino, sindaco di Samarate

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.