Net generation2, il programma che sostiene idee imprenditoriali innovative

Quattro voucher per un totale di 12mila euro a supporto dei giovani imprenditori. Informazioni presso Punto Nuova Impresa della Camera di Commercio di Varese

Un’occasione da non perdere per quei giovani, con la passione per il web e per le tecnologie digitali, che abbiano intenzione di avviare una propria impresa. Grazie al programma “Net Generation 2" possono fruire di servizi di supporto allo sviluppo dell’idea imprenditoriale e, in particolare, per la stesura del business plan. Servizi resi disponibili da Regione Lombardia attraverso l’erogazione di voucher. Il Punto Nuova Impresa della Camera di Commercio varesina è ha disposizione per fornire informazioni e dettagli: i soggetti ammessi al programma potranno beneficiare di un massimo di quattro voucher per un importo complessivo di 12mila euro.
Le candidature potranno essere presentate da giovani imprenditori, di età compresa tra i 18 e i 40 anni e residenti o domiciliati in Lombardia, entro il prossimo 30 giugno, salvo esaurimento delle risorse disponibili.
Nel frattempo, prosegue il suo percorso il bando “Ricerca & Innovazione ’14”, promosso da Regione e Camere di Commercio della Lombardia. Dopo che il 2 dicembre scorso sono stati pubblicati i primi elenchi di domande formulate da micro, piccole e medie imprese ammesse al contributo, sono ancora disponibili risorse per i settori agroalimentare, eco-industria, industrie creative e culturali, manifatturiero avanzato, mobilità sostenibile, industria della salute, aerospazio.
In particolare, dando uno sguardo più approfondito al bando, si scopre che per quanto concerne l’ambito agroalimentare, possono usufruire di un supporto economico iniziative imprenditoriali che puntino a trovare nuove soluzioni per quanto riguarda la sicurezza e la qualità dei prodotti, ma anche la prevenzione e la cura delle patologie che derivano da comportamenti alimentari disordinati; per l’eco-industria si guarda, tra l’altro, a progetti finalizzati al miglioramento dei cicli dei rifiuti e dell’acqua; quanto all’industrie creative e culturali, si punta su soluzioni tecnologiche, impianti, costruzioni e prodotti che permettano di ridisegnare l’ambiente di vita (casa, ambiti lavorativi, spazi pubblici) in modo da promuovere e garantire l’ecosostenibilità (design, bioarchitettura, edilizia, arredamento).
Ricordiamo che, per i progetti d’innovazione in tutte le aree sopra indicate, il bando “Ricerca & Innovazione ’14” mette a disposizione contributi che coprono il 50% delle spese ammissibili, fino a un massimo di 25mila euro (a fronte di un investimento minimo di 20mila).
Per ulteriori informazioni, c’è il sito della Camera di Commercio www.va.camcom.it (percorso: Contributi » Innovazione).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.