“No alla vendita del prato di via Lattuada”

L'affondo arriva dal Movimento 5 Stelle di Saronno che prosegue: "Non si può accettare che si possa monetizzare anche questo piccolo prato"

«Il movimento 5 stelle condanna la scelta dell’amministrazione Porro, che per incassare 86mila euro cederà a privati un rettangolo di verde pubblico in via Lattuada, un’area che anni fa aveva ospitato un prefabbricato e che solo recentemente era stata bonificata e riconvertita a prato». L’affondo arriva dal Movimento 5 Stelle di Saronno che prosegue: «Non si può accettare che si possa monetizzare anche questo piccolo prato, per regalare a qualche costruttore l’ennesimo affare.
Non si può accettare che si continui a costruire occupando suolo libero nonostante i duemila alloggi sfitti ed il territorio comunale già edificato per l’80 %. Negli ultimi anni nonostante si sia costruito molto Saronno ha gli stessi abitanti che aveva all’inizio degli anni novanta, non è necessario che in fondo a via Lattuada si costruisca, si può lasciare il prato, si può togliere l’edificabilità, si possono fare orti per i cittadini. Cinque anni fa, in campagna elettorale, l’attuale maggioranza diceva che c’era “assoluta necessità di difendere il territorio libero rimasto”,  oggi vendendo quel terreno smentisce se stessa e tradisce chi l’aveva votata».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.