Omicidio Novella, dopo 7 anni arrestato anche il terzo mandante

I giudici di Milano chiudono il cerchio attorno al terzo uomo che ordinò l'omicidio del capo della 'ndrangheta lombarda, freddato nel luglio del 2008 all'interno di un bar di San Vittore Olona. Si tratta di Cosimo Leuzzi

Quando Carmelo Novella fu ucciso la mattina del 14 luglio 2008 all’interno del circolo Reduci e Combattenti di San Vittore Olona, in pochi capirono la portata di quell’evento in paese. Qualche anno dopo ci pensarono le inchieste Bad Boys e Infinito a scoperchiare la vastità di quel fatto di sangue (300 arresti e migliaia di anni di carcere, ndr) ma gli strascichi si sono trascinati fino al 2015 con l’arresto del terzo e ultimo mandante di quell’agguato nel cuore della Lombardia ancora ignara di essere una "provincia" della ‘ndrangheta calabrese. Ci sono voluti oltre 7 anni per fare piena luce su chi ha deciso la morte del capo della ‘ndrangheta lombarda, il boss secessionista che sognava una organizzazione tutta sua e staccata dalla casa madre e che proprio per quel sogno "federalista" fu freddato da Antonino Belnome e Michael Panajia a colpi di pistola.

Grazie alle dichiarazioni di Panajia che, come Belnome, rientra tra i rarissimi casi di pentimento dei boss della ‘ndrangheta, il giudice per le indagini preliminari Andrea Ghinetti spicca l’ordinanza di arresto eseguita dal Ros di Milano nei confronti di Cosimo Leuzzi, boss di Stignano, al quale Panajia era molto legato. L’affiliato alla locale di Seregno, infatti, dopo molte reticenze e racconti incompleti si è deciso a raccontare tutto ai giudici e ai due nomi di Vincenzo Gallace (boss della cosca di Guardavalle) e Andrea Ruga (a capo della ‘ndrina di Monasterace) aggiunge il terzo mandante. Fu lui, secondo i racconti del killer, a pagare il lavoro con una mazzetta da 3000 euro consegnata allo stesso Panajia in un locale di Guardavalle con tanto di ringraziamenti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.