Passeggero distratto, allarme bomba a Malpensa

Una valigia abbandonata e coperta di una polvere esplosiva ha fatto scattare l’allarme nell’area check-in del Terminal 1. Ma in realtà tutto è nato da un passeggero distratto (e appassionato di fuochi d’artificio)

Una leggerezza che costerà caro al passeggero che questo pomeriggio ha causato attimi di panico a Malpensa e che ora dovrà rispondere di interruzione di pubblico servizio e procurato allarme. Tutto è iniziato intorno alle 13.20 quando è stata segnalata alla sala operativa della Polizia di Frontiera la presenza di un bagaglio sospetto, senza etichetta, legato con un catenaccio ad una cassetta postale presente nell’area check-in del Terminal 1. Subito è partita la procedura d’allarme: l’area è stata transennata e sono stati chiamati artificieri e unità cinofile antisabotaggio.

Ad una prima ispezione poi sulla valigia è stata trovata una sostanza che per caratteristiche compositive poteva essere riconducibile ad una polvere esplosiva ma mentre si provvedeva a rimuovere il catenaccio per un’ispezione più approfondita, la sorpresa: un uomo si è avvicinato asserendo di essere il proprietario del bagaglio. E in effetti così era. L’uomo, un passeggero sud coreano in viaggio verso Seul ha inserito la combinazione del lucchetto mostrando alle forze dell’ordine che la valigia conteneva solo i suoi effetti personali. 

La polvere esplosiva sulla maniglia? "Dalle dichiarazioni rese dal cittadino coreano che si esprimeva in uno stentato inglese -spiega la Polizia- si è dedotto che la lieve positività evidenziata era probabilmente dovuta al maneggio di fuochi d’artificio". Ma la disavventura, oltre a costare una denuncia al passeggero, ha dimostrato la completa funzionalità del dispositivo d’emergenza che protegge l’aereoporto. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.