Per una notte, suoniamole al cancro

Serata musicale organizzata da "Varese per l'Oncologia" per sensibilizzare e raccogliere fondi. Appuntamento al teatro UCC il 30 giugno: ospiti gli Acoustika, i Moncaches, i Brazilian Rhyme


Di cancro si può vivere. Non è più un imbatti samurai, non ha senso non pronunciare la parola, nasconderla dietro una frase fatta: male incurabile. E allora “Per una notte suoniamole al cancro” imbottiamolo di note, di canzoni, di speranza e anche di consapevolezza che la scienza e la medicina, dopo aver vinto tante battaglie, vinceranno la guerra.

Devono averla pensata così i volontari di “Varese per l’Oncologia” organizzando con questo titolo provocatorio e sprezzante un evento musicale il 30 gennaio prossimo al teatro Ucc di piazza Repubblica, il teatro Apollonio per intenderci. Hanno invitato tre band, gli Acoustika, i Moncaches, i Brazilian Rhyme a fare suono, canto e solidarietà in una notte invernale che dovrà scaldare i cuori con il fuoco dell’allegria e dell’impegno sociale. Appuntamento con il no profit, questo si è capito. 

Aiuto a un’associazione di volontariato che in undici anni di attività ha aiutato direttori generali, medici, infermieri a sviluppare i servizi oncologi sul territorio di Varese e del Verbano. Come? Con l’aiuto di soci, sostenitori, donatori di cuore, affiancando la sanità pubblica in progetti importanti. L’ultimo: assistenza specialistica a domicilio per pazienti in avanzato stato di malattia, non terminali dunque, cure che vengono garantite fuori dall’ospedale, ma con lo staff oncologico dell’ospedale, alleviando disagi, evitando trasporti a volte faticosi, tagliando costi a parità di servizio. «Se è vero che il futuro della sanità pubblica è sul territorio, ci sentiamo in linea con i programmi della Regione Lombardia. Ma soprattutto siamo convinti di offrire un’assistenza di livello specialistico mirata nel domicilio del paziente, quello che più ci interessa», spiega Gianni Spartà, presidente di Varese per l’Oncologia. 

E allora ecco questa idea di “suonarle al cancro” con  tre gruppi musicali di Varese sulla scia di una analoga iniziativa del 2013 quando sul palco dell’Apollonio salì Edoardo Bennato con la sua band. Concerto memorabile. Gente preparata musicalmente anche quest’anno, con un folto seguito di fans. Gli Acoustica hanno promesso agli organizzatori una scaletta nella quale non mancherà un omaggio speciale a Pino Daniele. I Moonncakes propongono un repertorio ever gren: tutte, o quasi, le canzoni dei Beatles. Saliranno sul calco abbigliati come gli intramontabili baronetti britannici. I Brazilian Rhyme  ubriacono il pubblico con musica sudamericana. Una voce splendida, Giusy Consoli. Vicino a lei Luca Fraula, il tastierista, e alle percussioni quel pazzo di Marco Caccianiga. Chi non lo conosce.

Biglietto d’ingresso (18 euro) acquistabile al botteghino del teatro anche la sera del concerto oppure on line www.ticketone.it. Una buona serata per una buona causa. Patrocinio del Comune di Varese

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.