Pomeriggi da fiaba, si riparte con “Radici”

Lo spettacolo del teatro laboratorio Mangiafuoco in biblioteca il prossimo 24 gennaio

Sabato 24 gennaio alle ore 16.30 alla Biblioteca Civica di Castellanza torna il primo dei Pomeriggi da fiaba del 2015 e come sempre della biblioteca a conoscere i miti della creazione del mondo grazie allo spettacolo "Radici". Il Teatro Laboratorio Mangiafuoco nasce nel 1979 con l’idea di sperimentare il teatro di animazione e negli ultimi anni ha dedicato la sua attività alla realizzazione di spettacoli, letture ed ci regalerà incredibili emozioni. Per scoprire come è nato il mondo gli attori del Teatro Laboratorio Mangiafuoco accompagneranno i piccoli lettori
animazioni pensati per i più piccoli. La scelta di lavorare con e per l’infanzia ha condotto la compagnia ad elaborare un linguaggio che favorisca lo sviluppo della creatività e la comunicazione dei bambini.

"Radici" è dedicato ai bambini a partire dai tre anni e nasce da una riflessione sulla nascita del mondo o meglio come avvicinare i bambini alla creazione del mondo. Lo spunto da cui la compagnia Teatro Laboratorio Mangiafuoco è partita per realizzare lo spettacolo è la lettura dei miti della creazione presenti in tutte le civiltà. "Ne abbiamo letti molti, africani, indiani, esquimesi, andini, orientali cercando i legami esistenti tra la nostra cultura e le altre." Sulla scena, dominata da un albero, un bonsai naturale, nato sulle rocce di una montagna, testimone di vento e pioggia che hanno sconvolto il mondo quando il sole è scomparso, poco alla volta si svegliano gli animali addormentati fra i rami dell’albero e, aspettando che la luna ritrovi il sole, raccontano le loro storie. C’è Messer Ragno che desiderava vedere cosa ci fosse sotto le nuvole, Tene la lumaca con sulle spalle un enorme tamburo pieno di animali e piante, Tuffolo il pesce che non sapeva ancora nuotare ma era molto coraggioso e … il Carpaccio, puzzolente e dispettoso.

Dietro i personaggi ci sono gli attori del Teatro Laboratorio Mangiafuoco, Paola Bassani e Patrizia Borromeo, che danno vita ai burattini costruiti con radici, legni, conchiglie e sassi levigati con piccole aggiunte di stoffa, corda, colori, ovvero i materiali che sono stati trovati sulla spiaggia. Lo spettacolo è una sorta di scatola cinese: ogni frammento ne apre un altro per ricomporsi, alla fine, col ritorno del sole. Lo spettacolo è accompagnato dalla musica dal vivo, dal suono dolce ed evocativo dell’arpa, che fa da cornice a narrazione e animazione.
Lo spettacolo è dedicato soprattutto ai bambini, ma è aperto a tutti i sognatori e i curiosi di ogni età, è gratuito, non occorre prenotazione ed è una bella occasione per fare un giro in biblioteca, guardare insieme i libri e iscrivere anche i più piccini per regalargli tutto un mondo di storie meravigliose!

Per informazioni contattare la Biblioteca Civica di Castellanza – tel. 0331.503696 – e-mail: biblioteca@comune.castellanza.va.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.