Pozzecco: “Chiedo scusa ai tifosi. Accetto qualunque decisione”

Dopo la terza sconfitta di fila così il coach: "Il bene del Varese viene prima del mio". Felice Moretti: "Bravi a non mollare; doppia soddisfazione vincere qui"

La Openjobmetis inaugura l’anno nel peggiore dei modi, viene sconfitta 67-71 dalla Giorgio Tesi Group e raggiunge così le tre battute d’arresto consecutive. Ed è un Gianmarco Pozzecco che chiede innanzitutto scusa al pubblico biancorosso, quello che si presenta in sala stampa: "Mi dispiace, è stata una prestazione indecorosa, e chiedo scusa ai tifosi che assolutamente non si meritano partite così. Tatticamente la partita si è svolta come a Capo d’Orlando; non riusciamo ad andare in contropiede, non sappiamo gestire il gioco ed è evidente che ci siano un paio di giocatori che continuano a far fatica da inizio campionato: sono timorosi, non hanno energia e non sanno gestirsi in campo. Sono molto arrabbiato – prosegue il coach biancorosso – perchè non sono abituato a fare queste figuracce. In due anni che alleno non è mai capitato che la mia squadra giochi con un atteggiamento così dimesso. Certi giocatori non hanno reazione, sappiamo bene quali sono i nostri difetti e che senza Kangur sarebbe stata più dura, ma indipendentemente da tutto ciò dobbiamo avere un’altra mentalità. La classifica di quest’anno è super corta, in questo momento basta solo essere vogliosi e intraprendenti. Non mi aspettavo comunque questo risultato, in settimana c’eravamo allenati bene ed è preoccupante come oggi siamo scesi in campo terrorizzati".

 
Visti i risultati ottenuti in questa prima parte di stagione è tempo di bilanci; ovvio quindi il paragone con la Varese di Frates, visto che l’anno scorso l’allenatore venne cacciato con numeri e prestazioni molto simili a quelli del Poz. E qui la Mosca Atomica cala l’asso: "So quanto stanno soffrendo la società e i consorziati che lavorano dietro di noi, ma ora conta solo prendere le decisioni giuste e andare avanti. La cosa che posso garantire – continua Pozzecco – è che qualunque decisione verrà presa a mente fredda su di me, se è per il bene della squadra io la accetterò; io comunque voglio continuare a lavorare per questa realtà che sento mia, ma se nei prossimi giorni mi diranno che devo farmi da parte, lo farò perchè il bene di Varese viene prima del mio. Sono comunque convinto che io in questa società possa essere utile, non solo da allenatore ma anche in altri ruoli".

Viceversa, è un Paolo Moretti del tutto soddisfatto di come si è mossa la sua Pistoia al Palawhirlpool: "E’ stata una partita di grande sacrificio, in cui le assenze e le condizioni fisiche non migliori ci potevano limitare. Siamo stati bravi a non mollare anche quando siamo andati in svantaggio, faccio i complimenti a tutti i ragazzi che a turno hanno dato qualcosa per rimanere aggrappati alla partita. Negli ultimi due minuti abbiamo tirato fuori anche la cattiveria offensiva che per il resto della partita ci era mancata. La vittoria è estremamente importante per la classifica, e per me è doppiamente una soddisfazione portare a casa i due punti qui perchè avevo sempre preso delle gran randellate su questo campo". 

Classifica: Milano, Venezia 22; Reggio Emilia 20; Brindisi, Sassari, Trento 18; Cremona 16; Avellino 14; Cantù, Pistoia 12; Capo d’Orlando, Bologna, VARESE, Roma 10; Pesaro 6; Caserta 0.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.