Pro Patria tra conferme ed esclusioni

Dopo la brutta sconfitta di Sassari, la Pro sta preparando la prossima delicata gara contro il Pavia. Mister Tosi potrebbe poter contare su D'Errico e Calzi, mentre in quattro dovrebbero essere messi fuori rosa

La Pro Patria si lecca le ferite dopo la brutta sconfitta di domenica a Sassari contro la Torres. Il tigrotti dovranno però mettersi alle spalle quanto prima la debacle sarda e preparare al meglio la prossima gara di campionato, che vedrà i biancoblu impegnati allo “Speroni” contro il Pavia sabato 17 gennaio alle ore 17. 
Questa settimana dovrebbe portare buone notizie in via Ca’ Bianca: mister Marco Tosi per sabato dovrebbe poter contare sia su Giampaolo Calzi, vicino all’ufficializzazione dopo lo svincolo dal Savoia, e su Andrea D’Errico, che scontato il turno di squalifica ha dimostrato la volontà di terminare la stagione a Busto Arsizio. La società, per “bloccare” l’attaccante ha emesso un comunicato stampa con le parole del proprio tesserato, confermando la volontà di continuare l’esperienza alla Pro, rifiutando le offerte delle squadre interessato, in primo piano le Lucchese.
Questo il comunicato della società:
 
Al centro di tante voci di mercato in questi giorni, Andrea D’Errico ha deciso di rimanere a Busto Arsizio, come spiega lo stesso calciatore.
Ecco le sue dichiarazioni in merito.
"Ho rifiutato il trasferimento alla Lucchese, – esordisce l’attaccante biancoblu – che ringrazio comunque per l’interesse che ha mostrato nei miei confronti, ma io voglio salvarmi con la Pro Patria, qui a Busto. Voglio rimanere e raggiungere questo importante traguardo assieme ai miei compagni perché credo in questa impresa e darò tutto me stesso affinché questo possa accadere”.
"Volevo anche spiegare e chiedere scusa ai tifosi che hanno frainteso un mio gesto: dopo la gara con il Venezia non ho lanciato la maglia a terra. L’ho tolta perché la dovevo regalare a una persona, mi spiace che si siano arrabbiati. Spero possano ora comprendere e mettere da parte le polemiche perché abbiamo bisogno di loro per raggiungere la salvezza. Per me è un onore giocare qui e alla maglia della Pro ci tengo davvero”.
 
Se da un lato ci sono buone notizie, dall’altra però continua il caos in società. Sembra infatti che quattro giocatori siano stati messi fuori rosa e saranno quindi indisponibili per le prossime gare: si tratta di Arati, Bovi, Lamorte e Moscati. Per ora sono voci e nessuna comunicazione ufficiale è giunta dalla società, ma se alla prossima convocazione non dovessero comparire questi nuovi, la voce verrebbe confermata. Staremo a vedere, intanto la gara di sabato sarà un’occasione da non perdere per Serafini e compagni, che dovranno cercare di fare punti contro una squadra lanciata nelle prime posizioni della classifica. Ottenere un risultato positivo potrebbe far cambiare volto a questo periodo poco fortunato. Serve una svolta e i tempi stanno diventando sempre più stretti. 


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.