Prof maltratta alunno e finisce a processo

L'insegnante era stata sospesa ma ha fatto ricorso ed è stata reintegrata. Contrasti con i colleghi

 Un’insegnante di storia e geografa di una scuola media di Lavena Ponte Tresa, è finita a processo per maltrattamenti: la donna è accusata di aver rivolto insulti inerenti la sfera cognitiva (“cretino, scemo”) e quindi di aver insultato i ragazzi e colpito alle mani uno studenti procurandogli graffi. Il dibattimento è in corso al tribunale di Varese e i fatti sono relativi agli anni 2011 e 2012. Oggi è stata ascoltata l’allora preside, oggi in servizio presso un’altra scuola che ha confermato le difficoltà che la professoressa aveva nel tenere la classe. Sembra che la docente avesse anche contrasti con gli altri professori ma soprattutto non sarebbe riuscita a gestire la vivacità dei suoi studenti, La scuola l’aveva già sospesa per 4 giorni, dopo che una mattina ci era stato un intervento dei carabinieri e di una assistente sociale, ma lei aveva fatto ricorso al tar ed era riuscita a far annullare la sospensione. Il reato contestato è maltrattamenti. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.