Provava a portare in Svizzera 221mila euro via treno: sequestrati

Nel corso dei controlli antifrode sui treni internazionali in transito, i funzionari dell’Ufficio delle Dogane VCO hanno scoperto la valuta nel bagaglio di un passeggero italiano proveniente dal Sud America

Nel corso dei controlli antifrode sui treni internazionali in transito presso la Stazione ferroviaria internazionale di Domodossola, i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Verbano – Cusio – Ossola hanno scoperto, a bordo di un convoglio internazionale proveniente da Milano e diretto a Ginevra, nel bagaglio di un passeggero italiano proveniente dal Sud America, valuta non dichiarata per 221.000 euro in banconote di vario taglio.

Il denaro era nascosto tra gli effetti personali e nel sottofondo della valigia dell’uomo, che, aveva negato ai militari di dichiarare il possesso di valuta e merce, ma si era tuttavia mostrato nervoso.
secondo la normativa valutaria, che prevede l’obbligatorietà della dichiarazione doganale per i trasferimenti di denaro contante pari o superiori a 10.000 euro, si è così proceduto al sequestro del 50% dell’eccedenza, pari a 105.500 euro. Al momento sono in corso indagini riguardanti la provenienza dei capitali.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.