Raccolta funghi, il punto sul tesserino regionale

Il nuovo regolamento che lo introduce non obbligherebbe gli enti locali ad adeguarsi e il percorso per la sua adozione non è ancora completato

“Un tesserino unico per la raccolta dei funghi, gratuito e valido per 5 anni su tutto il territorio”, Lo annunciò il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni al termine del 2014 non appena venne approvata la delibera di Giunta con il nuovo regolamento.
Le cose, però, non stanno proprio così e, se anche questo potrebbe essere il risultato finale, prima che ciò possa accadere ci sono ancora una trattativa e un accordo da trovare con le comunità del territorio.
A leggere il regolamento approvato il 30 dicembre del 2014, infatti, la possibilità di utilizzare il tesserino regionale per la raccolta funghi in un certo territorio deve essere subordinata al fatto che il Comune o la comunità montana di competenza lo abbiano autorizzato.
In altre parole il nuovo regolamento non obbligherebbe gli enti locali ad adeguarsi ma darebbe la possibilità a comuni e comunità montane, qualora intendessero farlo, di poter “subordinare la raccolta dei funghi sul proprio territorio al possesso di un apposito tesserino regionale”, rinunciando ad emetterne uno proprio.

Questo dice il regolamento che, tuttavia, prima di diventare effettivo dovrà affrontare ancora alcuni passaggi che potrebbero richiedere ancora qualche mese. Il regolamento è stato infatti approvato dalla Giunta il 30 dicembre (termine ultimo previsto dalla legge che ne aveva richiesto l’approvazione entro il 31 dicembre) ma per entrare in vigore dovrà passare dalla competente commissione consiliare, che ne darà un parere, e dovrà trovare l’intesa con il Consiglio delle autonomie locali.
Al termine di questo percorso se ne potranno conoscere meglio i dettagli e sul sito della Regione appariranno tutti i comuni che avranno aderito e quindi i luoghi dove sarà sufficiente avere il tesserino regionale per raccogliere i funghi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.