Tutto esaurito per Ale & Franz al teatro Condominio

L'appuntamento con i due comici è per venerdì 30 gennaio, alle 21

Ale & Franz Dopo Andrea Pucci (sold out la serata di Capodanno), Giuseppe Giacobazzi (sold out la serata del 20 febbraio, aggiunta una replica il 21) e Antonio Albanese (sold out sia la serata del 20 che quella del 21 marzo), anche lo spettacolo di ALE&FRANZ in cartellone per il 30 gennaio al Teatro Condominio fa registrare il tutto esaurito. 

«Il nostro mestiere gira attorno alla capacità di andare incontro ai gusti del pubblico», commenta Miguel Dell’Acqua, direttore artistico del teatro e patron di Albachiara srl, «ci fa piacere notare che con questi spettacoli siamo riusciti a centrare l’obiettivo. Questi risultati testimoniano l’attenzione del pubblico gallaratese e il ritrovato affetto nei confronti del Teatro Condominio». 

Come non ci si può bagnare due volte nello stesso fiume, secondo l’insegnamento del filosofo Eraclito, allo stesso modo non si può assistere allo stesso spettacolo per due sere di fila. Questo vale soprattutto se lo spettacolo è stato concepito per abbandonare il canovaccio e lasciare sfogo all’improvvisazione. Un obiettivo che ALE&FRANZ, autori del testo insieme ad Antonio De Santis, mettono in chiaro sin dal titolo dello spettacolo “Lavori in corso”. Il testo nasce dal desiderio di sperimentare, di far maturare idee e suggestioni delineate da una prima fase di lavoro a tavolino, quasi fossero marmo sgrossato per ricavarne una scultura. Il lavoro di cesello avviene però sul palcoscenico. Per far vivere le situazioni raccontate, far parlare e interagire i personaggi, dare insomma voce alla parola scritta non si può prescindere dalla presenza del pubblico. Solo di fronte alla platea è possibile dimenticare il copione e dare libero sfogo all’improvvisazione. Per questo lo spettacolo non sarà mai uguale a sé stesso: ogni replica porterà con sé l’esperienza della rappresentazione precedente, trasportando di sera in sera tutto ciò che di nuovo l’ha arricchita. 
Al secolo Alessandro Besentini e Francesco Villa, i due cabarettisti si sono conosciuti nel 1994 e tre anni dopo anno cominciato una carriera televisiva che li ha visti protagonisti di diverse edizioni di Zelig, del Pippo Chennedy Show, di Mai dire gol. Nel 2005 il debutto cinematografico con “La terza stella”, nel settembre del 2009 hanno lanciato un programma tv tutto loro: “Buona la prima!”, completamente basato sull’improvvisazione. Da qui è nata la fascinazione per questa tecnica di spettacolo sfociata in “Lavori in corso”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.