Un milione di italiani a letto con la “suina”

Decisamente anticipati, rispetto alle previsioni, i tempi di contagio. Molti gli anziani ammalati anche a causa del mancato vaccino. La prossima settimana si attende il picco

 Sono un 1.269.000 le vittime dell’influenza in questo inizio di 2015. La Lombardia, comunque, è ancora lontano dal picco ed è tra le regioni meno colpite dal contagio. L’andamento dei dati statistici, però, lascia prevedere che i tempi di diffusione siano stretti e che il picco sia ormai vicino, probabilmente già la prossima settimana.

La campagna vaccinale non ha dato i risultati sperati. In Lombardia il calo è stato del 20%: « Nella nostra provincia la vaccinazione è andata meglio – assicura la dottoressa Franca Sambo del Dipartimento della Prevenzione dell’Asl – la flessione è stata del 4-5%. È certo, però, che noi speravamo in un aumento di adesioni da parte dei soggetti a rischio mentre ora vediamo che l’influenza sta mietendo vittime soprattutto nella fascia di età over 65». La delusione per l’andamento della campagna vaccinale aumenta davanti ai risultati delle analisi che evidenziano, nel 67% dei contagi, la presenza del virus H1N1, quello della suina, inserito nelle dosi vaccinali.

Di certo è che la malattia ha anticipato i tempi e che i ritmi del contagio sono molto sostenuti, tanto da prevedere numeri decisamente superiori a quelli degli scorsi anni: « Già ora, l’incidenza è di 8 ammalati ogni mille abitanti – racconta la dottoressa Sambo – un rapporto che rappresentò il picco lo scorso anno. Invece, le segnalazioni dei medici sentinella  sono in continuo aumento e gli anziani sembrano i più colpiti, insieme alle fasce di ragazzi in età scolare».

Il picco in Lombardia, dunque, dovrebbe arrivare nei prossimi 15 giorni: una situazione che comincia già a pesare nei diversi pronto soccorso degli ospedali. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.