Vetrine sfregiate: “E’ stato un vandalo incappucciato”

Dai ai vetri di alcuni negozi del centro. La Polizia locale ha visionato le immagini da cui emerge l'assalto di una persona con il viso coperto

Vetrine spaccate, vetrine sfregiate. Da qualche mese, nel centro storico, i negozi sono preda di alcuni commandos vandalici che hanno colpito in piazza Giovane Italia, via Garibaldi, via Sanvito. Bar, caffetterie, pizze al trancio, negozi di scarpe e vestiti. L’ultimo episodio è accaduto questa notte. Cinque vetrine nelle vie Croce e Albuzzi, sono state attaccate con dei graffi che rappresentando delle tag, ovvero le firme dei graffitari. Questa è l’ipotesi della polizia locale, tuttavia i graffitari non sono solitamente interessati a sfregiare le vetrine con delle chiavi quindi va chiarito con esattezza che cosa volessero fare gli ignoti che hanno assalito i negozi. Guardando bene uno degli sfregi, si legge ad esempio la parola "England". La zona è vicina a piazza Giovine Italia, dove già qualche mese fa è stata distrutta la vetrina della panetteria Colombo e Marzoli. 

Galleria fotografica

I vandalismi alle vetrine 4 di 5

L’assessore alla polizia locale Carlo Piatti aveva annunciato tempo fa indagini sulle tag. Oggi commenta:  "I vandalismi di stanotte che hanno colpito le vetrine del centro sono un’azione veramente inqualificabile. I Carabinieri sono stati subito allertati dai negozianti. Io ho fatto un sopralluogo questa mattina: la scritta che compare è un tag conosciuto, che è già apparso sui muri del centro. Dalle immagini delle telecamere di alcuni privati si vede un ragazzo solo, con un cappuccio. L’ufficio della polizia locale sta lavorando con le altre forze dell’ordine per l’identificazione, anche in base alle indagini già precedenti, dei mesi scorsi. Mi auguro che si arrivi quanto prima all’identificazione dell’autore".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 gennaio 2015
Leggi i commenti

Galleria fotografica

I vandalismi alle vetrine 4 di 5

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.