Chiudono gli uffici postali, il sindaco chiama i suoi colleghi

Un nuovo incontro a Brebbia, dopo quello del 14 febbraio, per discutere del piano della Poste Italiane che prevede la chiusura di diversi uffici postali. Sabato 28 febbraio alle 10

Pubblichiamo la lettera che il sindaco di Brebbia, Domenico Gioia, indirizza agli amministratori locali in vista dell’incontro che si terrà sabato 28 febbraio, per discutere del piano previsto da Poste Italiane che prevede per la Lombardia la chiusura di 61 uffici postali e il funzionamento a giorni alterni per altri 121.



Carissimi Sindaci,
in occasione della riunione del 14 u.s., tenutasi a Brebbia alla presenza di alcuni rappresentanti di una ristretta fascia territoriale, si è affrontata anche la delicata questione del Piano di Poste Italiane, volto alla dismissione e razionalizzazione di una serie di uffici postali della nostra Provincia.
Le indicazioni emerse dalla riunione, auspicano una forte e coesa risposta dell’intero territorio e di tutti i suoi rappresentanti, a partire dai Sindaci fino ad arrivare agli eletti al Consiglio Regionale ed al Parlamento Nazionale.
Pur essendo consapevole dell’impegno che ciascun di noi (singolarmente o attraverso l’Ente di appartenenza) sta dedicando alla problematica, ritengo indispensabile ritrovarci tutti insieme per discutere e confrontarci su un problema strategico/organizzativo di Poste Italiane che, inevitabilmente, ha (e avrà) pesanti ripercussioni sui cittadini e sulle nostre comunità locali.
A tale riguardo, siete tutti invitati all’incontro che si terrà Sabato 28 febbraio 2015 a Brebbia, a partire dalle ore 10, presso l’auditorium delle Scuole medie sito in piazza A. Moro.
In attesa di incontravi, porgo i più cordiali saluti

Il Sindaco
Domenico Gioia

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.