Ciclone Robur su Valsesia, Legnano si inchina a Cedro Galli

La Coelsanus vince di 44 punti contro i piemontesi ed è quarta, la Europromotion battuta in volata sul campo di Chieti. Sangiorgese ko al supplementare, ancora a segno Saronno e Gazzada

SERIE A2 SILVER – Niente da fare per Legnano che perde in trasferta  una gara equilibrata dall’inizio alla fine contro la Chiedi di coach Cedro Galli. Partenza con il turbo per gli Knights  subito a +5 con Krubally e Frassineti, ma Chieti replica subito con Sollazzo e Ancellotti per il 22-23 dei primi 10′. Nel secondo quarto Frassineti (21 punti, 4 rimbalzi) segna a ripetizione, ma gli abruzzesi mettono la freccia per il +4 a 4′ dalla pausa lunga; Legnano però concretizza con Merchant (10 punti, 8 rimbalzi) e chiude in vantaggio all’intervallo (39-43). I primi 3 minuti della ripresa non vedono un canestro, ma Krubally finalmente si sblocca; il terzo quarto rimane in sostanziale equilibrio fino al 58-54 del 30′ per Chieti. Frassineti riporta gli Knights a -2, ma un inaspettato 6-0 di Chieti manda in affanno la Europromotion; Ferrari si gioca la carta timeout per tranquillizzare i suoi, e Legnano torna a -2 con 2 minuti abbondanti alla fine della partita. Chieti però con grande freddezza concretizza nelle ultime azioni con Ancellotti, Sollazzo e Hamilton (12 punti, 2 rimbalzi, 2 assist) che chiudono la gara 77-70.
Classifica: Treviso 32; Ferrara, Ravenna 30; Treviglio 28; Recanati, Reggio Calabria, Tortona 26; Chieti 24; Omegna, Imola, Scafati 22; Roseto, LEGNANO 20; Latina 18; Matera 14; Piacenza 8.

SERIE B – Era solo una la parola d’ordine per la Robur nella partita contro Borgosesia di sabato (21 febbraio): "riscattarsi", dopo un mese decisamente nero, fatto di tre sconfitte consecutive. E così ha fatto la Coelsanus, spazzando via la Gessi con un netto +44 (104-60). È un Matteucci tornato a pieno regime ad aprire le danze, con un 12-2 iniziale per gli uomini di coach Passera. Borgosesia però non si demoralizza e piano piano comincia a carburare, accorciando le distanze; una bomba di Bolzonella chiude poi il primo quarto 27-18. La seconda frazione vede un nuovo allungo della Robur, che con Filippo Rovera assoluto protagonista con 15 punti, va alla pausa lunga avanti di +21 (52-31). I piemontesi vanno sempre più in affanno, mentre la Coelsanus sembra essere tornata quella di inizio campionato, reattiva e attenta in difesa; al 27’ il divario è di 30 punti, alla fine del terzo quarto arriva addirittura ai 40 (84-44). L’ultima frazione è destinata solo a dare minuti a tutti i giocatori gialloblu. Troppo presto parlare di una Robur uscita dal tunnel, visti i continui alti e bassi a cui ci ha abituato in questa stagione, ma sicuramente la gara è un’iniezione di fiducia in vista della delicata trasferta a Pavia. Capitola invece nei tempi supplementari la Ltc Sangiorgese contro Mortara (89-88), dopo una gara ben condotta per tutti i quattro tempi dai draghi. Dopo il primo tempo chiuso avanti dalla Ltc (37-44), Mortara ha messo la freccia ma la squadra di Gandini non si è lasciata demoralizzare e ha ripreso la Expo sulla sirena grazie a Tomasini. Nell’overtime Benzoni riporta al comando i suoi, ma 10’’ da giocare il tabellone segna 87-88; l’ultimo tiro è però nelle mani di Mortara che non sbaglia mettendo così a rischio il sogno playoff della Sangio.
Classifica: Siena 32; Cecina 28; Borgosesia 26; Livorno, VARESE 24; Piombino 22; Bottegone 20; Pavia 18; Sangiorgese, Oleggio, Monsummano 16; Empoli, Mortara 14; Cus Torino 10.



SERIE C
– Nonostante una partenza decisamente sottotono, il 7Laghi di Fabrizio Garbosi ipoteca anche la gara contro Opera. Dopo un primo tempo ad inseguire, il 7 Laghi ribalta completamente la gara dopo la pausa lunga; torna in campo con un nuovo spirito, e al 27’ mette finalmente in atto il primo sorpasso. A quel punto la partita diventa tutta in discesa per i gialloblu (27 di Terzaghi, 21 di Bertoglio) che chiudono la gara 97-73 e ipotecano l’obiettivo playoff.
Vince e convince ancora la Imo Saronno che travolge Olginate, e consolida il suo ruolo da capolista indiscussa del girone. Partita subito in discesa per i padroni di casa (De Piccoli 19, Corno 18) che a suon di triple scavano subito un solco incolmabile per Olginate. Al 30’ la pratica si può già considerare conclusa con un netto 67-36 e diventa di tranquilla amministrazione fino al 76-50 finale.
Altro ko invece per la Baj Valceresio contro il fanalino di coda Cantù. La Baj perde lucidità dopo un avvio promettente e soffre i giovani dei canturini; il terzo quarto spacca ufficialmente la gara con il 56-40 del 29’. Nel finale la squadra di coach Vis (Clerici 18+11) ci prova ma ormai è troppo tardi e la partita si chiude 75-67 per i padroni di casa.
Classifica: Saronno 34; Gazzada 32; Manerbio 30; Milano3, Lissone 28; Calolziocorte, Opera, Iseo 24; Bernareggio, Olginate 22; Boffalora, Valceresio, Piadena, Nerviano 16; Cantù 4.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.