Civati e Nahum (Pd): “Battuta sugli ebrei, Calemme si dimetta”

Il consigliere comunale Andrea Civati e l'ex vicepresidente della comunità ebraica milanese criticano la boutade dell'esponente di Forza Italia

Riceviamo e pubblichiamo

Facebook colpisce ancora a Varese. Dopo le tante esternazioni dell’Assessore Clerici che gli sono costate il posto, oggi è il turno di Ciro Calemme, eletto in quota Forza Italia come Amministratore Unico di ASPEM Reti, società controllata dal Comune di Varese. Calemme ha pubblicato nella sua bacheca facebook una frase sconcertante: «Che il consigliere economico di Renzi sia un ebreo (Yoram Gutgeld) la dice tutta chi è a comandare in questo paese…Rivoluzione».

Per questa esternazione insorge il Partito Democratico, e non solo da Varese. Infatti, insieme al Consigliere Comunale Andrea Civati, interviene Daniele Nahum, Responsabile Cultura del PD della Provincia di Milano, nonché ex vicepresidente della Comunità ebraica milanese: «Calemme ricopre un ruolo pubblico, remunerato con i soldi dei cittadini. – affermano Civati e Nahum – Le sue dichiarazioni antisemite e discriminatorie sono inaccettabili».

Lo stesso Calemme, incalzato dalle polemiche, si è difeso: «Era una boutade tra amici». «La pezza è peggiore del buco: uno scherzo davvero di cattivo gusto. – dichiarano i due democratici – Le scuse sono inutili: non può continuare a ricoprire un ruolo così importante!». Nonostante i toni severi i democratici si concedono una battuta: «Calemme crede alle tesi del complotto che da decenni sono ridicolizzate ovunque: quando non sarà più remunerato con i soldi pubblici potrà vedere tutti i film di spionaggio e commentarli con i suoi amici».

La conclusione dei due esponenti PD è netta: «Il Sindaco Fontana fermi sul nascere questa nuova vergogna per la città di Varese: metta Calemme alla porta!» Come risponderà Fontana davanti a questa nuova minaccia per la sua Giunta?

Andrea Civati Consigliere Comunale del Partito Democratico

Daniele Nahum Resp. Comunicazione PD Milano e Provincia

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.