Cosentino si scontra con Battaglia

Polemica tra due consiglieri di Forza Italia sul Molina

In merito alle ultime vicende riguardanti la nomine del consiglio di amministrazione del Molina e le dichiarazioni del coordinatore amministrativo Domenico Battaglia, interviene il Consigliere Comunale di Varese Giacomo Cosentino (Forza Italia): “Mi auguro che questa vicenda abbia presto un lieto fine in modo tale da consentire a tutta l’amministrazione di porre la massima attenzione e concentrazione per far si che si continui a lavorare agli interventi – grossi e piccoli – da realizzare in Città; mi piacerebbe vedere a breve il progetto definitivo sul campo di atletica di Calcinate degli Orrigoni, quello del parcheggio multipiano di via Sempione, mettere sul tavolo le tante idee relative ai primi interventi da realizzare in Piazza Repubblica prima dell’inizio di Expo e decidere quale portare avanti. Nel contempo è di fondamentale importanza proseguire anche con i piccoli interventi rionali più volte richiesti in primis dal Sindaco.” Prosegue Cosentino “Non entro nel merito delle ultime vicende circa le nomine del nuovo cda del Molina perché non sono io che sto conducendo le trattative e non sono a conoscenza di vari aspetti, però, come ho già più volte detto, non mi è piaciuto fin dall’inizio come si è affrontata la questione all’interno di Forza Italia e Udc (Liberi per Varese). Leggo sui giornali i continui interventi del coordinatore amministrativo di Liberi per Varese Domenico Battaglia e mi chiedo a che titolo intervenga su questioni che ben poco hanno a che vedere con i rapporti tra giunta e consiglio per i quali ,invece, ha titolo di prendere posizioni ufficiali; per il resto gli unici titolati a dettare la linea sono il coordinatore cittadino e la segreteria provinciale che, seppur con alcune riserve, riconosco e porto rispetto. Conclude Cosentino “la scorsa settimana avevo ricevuto risposta sulla stampa proprio da Battaglia il quale affermava che le mie critiche al partito circa la totale mancanza di condivisione, veti personali imposti dall’alto e criteri poco trasparenti nella scelta dei potenziali membri del nuovo Cda Molina erano del tutto infondate dato che c’era stata una votazione assolutamente democratica che ha portato alla condivisione dei nomi che sono poi stati comunicati al Sindaco, inoltre, ha aggiunto che se avessi continuato ad avanzare critiche pubbliche potevo anche andare fuori dal partito. Bene. La votazione a cui si riferisce Battaglia è stata fatta in data 9 febbraio; oggi (19 febbraio) lo stesso Battaglia dichiara alla stampa che i nomi sono stati comunicati al Sindaco ben 2 settimane fa (quindi il 5 febbraio) e, pertanto, ben prima che si fosse svolta tale votazione. I conti proprio non tornano ed, a questo punto, le cose sono due: o Battaglia non è sul pezzo oppure ci si prende in giro.” Giacomo Cosentino

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.