Dal “mercato contadino” nasce la Bottega contadina

Il progetto si sta avviando verso la realizzazione grazie a tantissime persone coinvolte e alla collaborazione dei Gruppi di acquisto solidale, in un locale di proprietà comunale

Quasi tutto pronto per la Bottega contadina alla Cassina Ferrara. Il progetto Bottega contadina ha le sue radici culturali nei valori della mutualità e della cooperazione e valorizza le esperienze fatte al Mercato contadino di Saronno, dai GAS, dal Sandalo equosolidale. A Saronno il locale comunale di Via Busnelli 79, di 85 mq, inutilizzato da più di quasi 6 anni, è dal Gennaio 2011 oggetto di riflessioni da parte dell’Amministrazione comunale per utilizzarlo in modo utile alla cittadinanza, specie quella del quartiere Cassina Ferrara, e preferibilmente secondo criteri di economia sociale-solidale.

«Per anni il problema è stato quello di trovare un gestore interessato (vista la localizzazione) ma senza alcun risultato – spiega il responsabile Giorgio Pozzi -. La soluzione è stata individuata recentemente a seguito di un Bando pubblico fatto a Settembre 2014 ed ha cui ha risposto SOLO Semplice Terra APS no-profit di Saronno. Il progetto ha così potuto prendere concretamente il via con la fine del 2014 e nelle scorse settimane, completata la manutenzione delle utenze e dei locali, sono iniziati i lavori interni grazie a Volontari e ad operatori del Villaggio SOS».
La scheda: Cos’è la Bottega contadina?
La “Bottega contadina”  vuole essere una opportunità occupazionale in una realtà di economia solidale no-profit con particolare attenzione a situazioni difficili
La “Bottega contadina”  vuol essere un contributo al miglioramento delle relazioni interpersonali, delle reti sociali, della coesione sociale, in collaborazione con tutti gli Attori del territorio, compresi gli Enti locali 
La “Bottega contadina”  è un nodo di una rete virtuosa locale di chi è attivo o vuol attivarsi per promuovere azioni di sostenibilità ambientale nei propri comportamenti quotidiani e crede quindi nella visione del “buen-vivir”.
La “Bottega contadina”  è uno spazio di incontro, di animazione territoriale sui temi degli Stili di vita, un punto di produzione di iniziative in-formative e culturali sui temi della sostenibilità sociale oggi e del giusto consumo specie alimentare
La “Bottega contadina”  vuole dare una sua “semplice” risposta al problema di piccoli produttori e delle loro attività, riducendo la filiera distributiva, attivando politiche di qualità-prezzo che facilitino i consumatori
La “Bottega contadina”  è  uno spazio dove sviluppare iniziative e pratiche di riduzione e valorizzazione degli sprechi, del riuso, del riciclo, del riutilizzo dei materiali
ma anche
La “Bottega Contadina”  è un luogo fisico dove è possibile acquistare in forma individuale o collettiva, direttamente dai produttori, sia singoli che associati, fondamentalmente prodotti alimentari, di prossimità, preferibilmente biologici, agro-ecologici, di cooperative sociali  e del commercio equo e solidale ad un prezzo ragionevole. 
La “Bottega Contadina” ha tra i suoi principali obiettivi quello di contribuire a far crescere la consapevolezza dei consumatori, sia rispetto a ciò che hanno nel piatto, sia rispetto a tematiche più generali e di grande rilevanza: il risparmio idrico, il risparmio energetico, gli ogm, la tutela della biodiversità, il sostegno etico ai sud del mondo, l’agricoltura periurbana, ecc….
La “Bottega contadina”  crede nella centralità della “Madre terra” come produttrice di cibo e vita e vuole stimolare, nel suo piccolo, al ritorno a pratiche agricole nel territorio cercando sinergie tra le associazioni sensibili a questo tema molte delle quali raccolte nella APS Semplice Terra (gestore dell’attività), il Parco Lura ed il territorio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.