Dopo l’adozione: servizi e nuove linee di indirizzo

Sabato 28 febbraio, la Fondazione Patrizia Nidoli organizza un convegno sul tema “Adozione: la rete che accompagna”. Appuntamento a Villa Recalcati

A due anni dalla costituzione del sistema a sostegno alle famiglie adottive, il bilancio delle attività e dei servizi verrà fatto nel corso del convegno “Adozione: la rete che accompagna” nsabato prossimo 28 febbraio, nella sede della Provincia di Varese.
L’incontro, organizzato dalla Fondazione Nidoli, sarà l’occasione per ricordare alla cittadinanza i vari servizi che si sono realizzati sul territorio provinciale mentre si presenteranno le nuove linee di indirizzo per favorire il diritto allo studio degli alunni adottati, direttive approvate e sottoscritte dalla Ministero dell’Istruzione.

Slogan del Progetto una frase tratta dal testo "Parlami d’Amore" di Michel Quoist : " Papà, mamma, io vi scelgo e vi adotto….Allora saprete che il vostro amore é dono, e che è riuscito."

Il progetto, che ha avuto inizio in marzo 2014, vede la collaborazione tra soggetti pubblici e privati che, insieme, cercano di preparare le famiglie adottive a saper accogliere i minori cosiddetti "special needs", cioè con grandi e/o con disabilitá o problemi di salute o appartenenti a gruppi famigliari numerosi, assistendoli in ogni fase del percorso adottivo.

Gli obiettivi principali sono due: da un lato si mira a coprire aree di intervento scoperte nel servizio pubblico ( la fase dell’attesa e del post adozione sono riconosciute dai Centri Adozione territoriali come aree deboli che andrebbero coperte), dall’altro si vuole raggiungere una maggiore condivisione tra soggetti coinvolti a diverso titolo, pubblici (ASL, comuni, azienda Ospedaliera di Busto Arsizio-Pediatria di Tradate) e privati (Associazioni familiari ed Ente Autorizzato) che porti allo sviluppo di una fitta rete di interventi volti a supportare le famiglie e i minori coinvolti durante tutto il processo di adozione, in modo tale da poter fornire il "giusto aiuto" al "momento giusto".

La Fondazione Patrizia Nidoli Onlus, unico Ente autorizzato in Provincia, é nata nel 1999 in ricordo di Patrizia Nidoli,  scomparsa prematuramente a 35 anni a causa di un incidente stradale di ritorno dal Tribunale dei minori. La Fondazione, per il momento, ha contribuito a dare famiglia a 423 bambini. L’Associazione AFAIV Onlus, nata nel 1999, organizza momenti sociali e sostiene le famiglie in ogni ambito, soprattutto quello scolastico

La partecipazione sarà libera e gratuita e nelle sale adiacenti i bambini potranno partecipare a laboratori creativi.  A tal proposito, la mattinata sarà  suddivisa in due parti: la prima, "Nel Paese delle pulcette" ,dalle 9.30 alle 11.15, prevede letture animate per bambini a cura dei volontari dell’Associazione Petali dal Mondo; la seconda, "Giocare, creare, sognare", dalle 11.30 alle 13.00, sarà dedicata al laboratorio creativo di costruzione e manipolazione per giovani artisti dai 3 ai 10 anni a cura di Luciana Caporali e dei volontari dell’Associazione Le Tracce. A fini organizzativi, coloro che intendono partecipare con i propri bambini, sono pregati di comunicarlo al nr 0332 831744 oppure scrivendo a varese@fondazionenidoli.org preferibilmente entro il 25 febbraio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.