Evasione di Cutrì, patteggia quasi tutta la banda

Ad un anno esatto dall'agguato davanti al tribunale di Gallarate che costò la vita al fratello dell'evaso in sette hanno patteggiato condanne da uno a 4 anni e 6 mesi. Andranno a dibattimento Carlotta Di Lauro e Adamo Bhune


Alla fine hanno patteggiato quasi tutti i componenti del gruppo che esattamente un anno fa ha seminato il panico davanti al tribunale di Gallarate per far evadere Domenico Cutrì, in carcere per l’omicidio di un uomo. In quell’agguato morì il fratello di Cutrì, Antonino, colpito da uno dei proiettili sparati durante il conflitto a fuoco con gli agenti della Polizia Penitenziaria che scortavano il detenuto impegnato in un’udienza per truffa. Una fuga durata 6 giorni e che si concluse il 9 febbraio dopo una gigantesca caccia all’uomo portata avanti dai carabinieri di Gallarate, coordinati dal pm Raffaella Zappatini, a Inveruno con l’arresto dello stesso evaso e di tutti i componenti della banda. Domenico aveva già patteggiato una pena di 2 anni.

                                LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULLA VICENDA

Il giudice per l’udienza preliminare Giuseppe Limongelli ha accolto le richieste di patteggiamento da parte di sette imputati. Aristotele Bhune, Davide Cortesi, Daniele Cutrì e Luca Greco hanno ottenuto una pena di 4 anni e 2 mesi, Danilo Grasso 3 anni e 6 mesi, Franco Caffa ad un anno mentre Christian Lianza (al quale è stato addebitato anche l’omicidio colposo di Antonino Cutrì) sono stati comminati 4 anni e 6 mesi. Andranno a dibattimento Carlotta Di Lauro, compagna di Antonino, e Adamo Bhune (fratello di Aristotele). La prima udienza è fissata per il 21 aprile.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.