“Gioco a calcio in Paradiso”. Un gruppo di italiani alla conquista dell’Oceania

Mauro Boerchio guida la spedizione italiana all'Amicale Fc, squadra di Vanuatu, che affronterà la prossima Champions League Oceanica

Ci sono momenti in cui la vita ti sorprende e ti mette davanti a strade (o campi) che non avresti mai immaginato. Il calcio è uno degli sport più popolari al mondo e ovviamente viene giocato dappertutto. Succede così che anche le squadre dell’Oceania, con sedi in posti meravigliosi visti solo in cartolina come Vanuatu, le Isole Salomone, le Fiji, facciano il calciomercato invernale, e magari vengano a “pescare” in Italia. Questo è capitato sul serio a parecchi ragazzi che hanno calcato campi della provincia di Varese prima di essere chiamati dall’altra parte del mondo: un invito preso al volo, per andare a giocare in luoghi da sogno e misurarsi con la Champions League dell’Oceania. A Vanuatu nell’Fc Amicale tra gli altri è andato il portiere Mauro Boerchio ex Verbano (oltre che Lecco, Bari, Pro Sesto, Nocerina, Renate e Savona), che ha scelto di attraversare il mondo per mettere i guanti e difendere la porta in un paradiso naturale, seguendo le orme del collega portiere Giacomo Ratto, che dopo il Nicaragua è approdato alle Isole Fiji, nel Suva Fc, con un contratto trovato spulciando su internet e mandando il proprio curriculum e qualche video all’allenatore della squadra fijiana, che a sua volta giocherà in OCL (Oceania Champions League). Ecco cosa ci ha raccontato Mauro Boerchio di questa esperienza solo agli inizi a Vanuatu.

Mauro, come è nata questa nuova avventura?
«L’opportunità di approdare alle isole di Vanuatu è arrivata grazie al mister italiano Marco Banchini, che in passato ha allenato il Vigevano. Ci ha chiamato e da lì è nato tutto».

Com’è composta la vostra squadra e quanti italiani siete?
«La rosa è formata da 23 giocatori ma il gruppo ”straniero” è composto da nove elementi di cui in sei hanno giocato in Italia, a partire dal capitano Rijat Shala (ex Novara e Lugano), Miguel Magnoni (il "secondo bomber di Reconquista", ex di Sestese, Verbano, Vigevano), Gaspar Lezcano (Campobasso, Pro Vasto), io e due giovani promettenti, Marco Nasali (ex Pro Vigevano) e Francesco Perrone, varesino, classe ’87, ex dell’Ispra)».

Com’è stato l’impatto con il calcio dell’Oceania?
«Da quando siamo arrivati abbiamo giocato solo la coppa nazionale, che abbiamo vinto sabato in finale contro l’Eracol. Il campionato inizierà mercoledì e affronteremo Tafea, la favorita per la vittoria del titolo, ma che abbiamo già battuto in semifinale di Coppa. Con l’innesto di giocatori europei il livello si è alzato molto e ora è un buon campionato».

La Champions Oceanica invece come sarà?
«La Champions è il nostro obiettivo, ma puntiamo a vincere il titolo anche in campionato. L’avventura in Champions non è ancora iniziata, avrà inizio alle Fiji (dopve gioca Giacomo Ratto, nel Suva Fc), nel mese di aprile. Avremo di fronte anche Auckland, la detentrice del titolo. Sarà dura ma noi daremo filo da torcere».

Fuori dal campo invece, com’è stare a Vanuatu?
«Viviamo in un bellissimo resort, dove abbiamo ogni comodità a disposizione: si chiama Port Vila. Al di fuori della città la natura è bellissima, posti da sogno con cascate, il famoso Blue Lagoon che è una piscina naturale con acqua dolce e si collega all’oceano con tanto di tartarughe e vari tipi di pesci. Nel giorno di riposo degli allenamenti che ci lascia il mister organizziamo uscite per visitare le isole attorno o anche semplicemente sfruttiamo i comfort del nostro hotel».

Quanto durerà questa avventura?
«Il mio contratto durerà sino a maggio; al momento lotto per raggiungere i nostri obbiettivi, dopo vedremo».

"Figli di un gol minore"
Tutti gli articoli della rubrica

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.