Giorno del Ricordo, il Consiglio regionale premia le scuole

Il Presidente Raffaele Cattaneo ha premiato gli studenti vincitori del concorso dedicato alla memoria della Prima Guerra Mondiale nei territori irredenti. Apprezzamento per il liceo varesino “E.Cairoli”

Foto: premiazione del liceo Cairoli di Varese

Il Consiglio regionale, in occasione della solennità civile del Giorno del Ricordo, ha commemorato oggi le vittime delle foibe e i tantissimi cittadini italiani che furono costretti all’esodo giuliano-dalmata-istriano.
“Solo la memoria e il ricordo permettono di mantenere vivo quello che si è cercato di occultare – ha detto il Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo nell’aprire la commemorazione – In questo modo si evita alla Storia di ripetersi perché dolore, orrore e morte non hanno colore e non possono mai cadere nell’oblio”. Cattaneo ha ricordato la “triste pagina della nostra storia”  che per anni si è voluto rimanesse “buia e avvolta da un silenzio assordante” e l’esodo che ha visto migliaia di persone “costrette ad abbandonare luoghi, affetti, lavoro e radici. La pace – ha aggiunto ancora il Presidente Cattaneo – è un compito che dipende da ciascuno di noi. Dobbiamo capire che la radice della guerra sta alla base di tragedie come questa”.
 
Nel corso della cerimonia, svoltasi nell’Aula consiliare, il Presidente Cattaneo ha premiato gli studenti vincitori del concorso scolastico “La memoria e il ricordo della Prima Guerra Mondiale nei territori irredenti della Venezia Giulia e della Dalmazia attraverso le testimonianze pubbliche e private, documenti, cimeli ed altre fonti materiali”. Alcuni estratti degli elaborati sono stati proiettati in Aula.
Dopo il Presidente sono intervenuti il sottosegretario ai Rapporti istituzionali nazionali Alessandro Fermi, Marcella Fusco  dell’Ufficio scolastico regionale, Giorgio Siboni dell’Associazione nazionale Venezia Giulia Dalmazia e Giacomo Fortuna dell’Associazione giovani ANVGD. Ha portato una sentita testimonianza Ezio Barnabà, costretto a fuggire all’età di 17 anni da Verteneglio d’Istria e accolto nella casa degli esuli istriani di Celadina (BG) prima di trasferirsi a Milano e poi in Brianza. La sola Lombardia ha accolto nel Dopoguerra diverse migliaia dei 300.000 esuli, con 20 centri di accoglienza su un totale di 109 distribuiti a livello nazionale. Presenti alla cerimonia anche il Vicepresidente Fabrizio Cecchetti e il Consigliere segretario Eugenio Casalino in rappresentanza dell’Ufficio di Presidenza, consiglieri regionali e assessori.
 
Il Concorso del Consiglio regionale
La commemorazione dell’esodo giuliano-dalmata-istriano è oggetto di una legge regionale che il Consiglio regionale ha approvato il 14 febbraio 2008. Il provvedimento prevede iniziative per  la sensibilizzazione dei giovani, nella scuola e sui luoghi di lavoro, attraverso l’allestimento di mostre, l’organizzazione di convegni e l’istituzione di concorsi. L’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale da sei anni promuove infatti un concorso scolastico per elaborati provenienti da istituti della Lombardia. A vagliare i lavori una Commissione giudicatrice con il Presidente Raffaele Cattaneo, consiglieri Paola Macchi (M5S) e Luca Ferrazzi (Lista Maroni), Maria Elena Depetroni e Giorgio Siboni dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Marcella Fusco dell’Ufficio scolastico regionale

GLI ELABORATI PREMIATI
VINCITORI INDIVIDUALI SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO:

Vengono premiati ex equo:
·         Lorenzo Tagliavini – classe 3^D dell’ Istituto comprensivo di Mapello (Bg)
Motivazione: Un elaborato scritto in cui si colgono capacità di sintesi e originalità nella rielaborazione di concetti.
·         Martina Mazzoleni – classe 3^B – dell’ Istituto comprensivo di Mapello (Bg)
Motivazione: Un elaborato scritto in cui i contenuti di spessore si accompagnano ad una spiccata sensibilità.
 
VINCITORI PER ELABORATO DI GRUPPO O CLASSE:
 
Vengono premiati ex equo:
Il lavoro realizzato da un gruppo di studenti di due scuole diverse:
·         Istituto Statale di Istruzione Superiore Antonio Bernocchi – Legnano (Mi) e Istituto Superiore Carlo Dell’Acqua – Legnano (Mi)
(Studenti del Bernocchi: Stefano Pedretti – classe 5^CI, Daniele Rizzitiello – classe 4^D, Marco Zaffaroni- classe 5^CI, Studente del’Istituto Dell’Acqua: Daniel Castelli –classe 5^A)
Motivazione: Per avere realizzato un prodotto di spessore, di forte impatto comunicativo e pienamente in linea con il tema del concorso
Il lavoro realizzato da:
·         Liceo Linguistico Giovanni Falcone – Bergamo (Bg) – classe 2^M
(Studenti: Sara Allushi, Beatrice Arrigoni, Ilaria Belotti, Caterina Boccalatte, Chiara Bresciani, Roberto Cesare Briamo, Paolo Caldara, Giulia Castelli, Alexandra Chatzigogos, Veronica Chiari, Giacomo Florio, Viola Garbagnati, Martina Guadrini, Tommaso Marchitelli, Alessandra Miato, Matilde Milesi, Sara Roumenova Mileva, Elisa Ondei, Roberta Pedrini, Alice Pontoglio, David Salvi, Alessia Scarpellini, Carolina Zanchi, Federica Zanotti)
Motivazione: Per avere realizzato un lavoro originale, documentato e sintetico di grande valore didattico.
 
Terzo classificato il lavoro
·         Istituto Comprensivo di Gargnano, Scuola secondaria di primo grado “G. di Pietro”, sez. staccata di Toscolano Maderno (Bs) – classe 3^B
(Studenti: Susanna Cappa, Claudia Canura, Benedetta Fracassoli, Marko Xibraku)
Motivazione: Per avere realizzato un lavoro ben fatto, raccogliendo articoli di giornali d’epoca che veicolano in modo significativo il tema proposto
 
Quarto classificato il lavoro
·         Istituto comprensivo di Mapello (Bg)
(Studenti della classe 3^D: Salif Songne, Samantha Maggioni, Nicola Locatelli, Camilla Bertasa, Studenti della classe 3^ B: Riccardo Locatelli)
Motivazione: Per avere creato un prodotto multimediale che spicca per l’originalità e l’efficacia del linguaggio “rap”
 
MENZIONE SPECIALE
La Commissione giudicatrice ha deciso di attribuire una menzione speciale al lavoro della classe VC dell’Istituto di Istruzione Superiore “E. Montale” di Tradate (Va).
(Studenti: Anastasia Basilico, Omar Berrada, Lisa Bonanata, Lucrezia Cattaneo, Natasha Cepele, Giorgia Chirico, Asja Colombo, Dalia Del Freo, Vanessa Dovizio, Alessia Fonzo, Elena Fumagalli, Erika Mangili, Sharon Monetta, Mirko Montorio, Anna Carolina Nicoletti, Luca Pegoraro, Andrea Petullà, Anna Saporiti, Debora Xhakolli)
Motivazione: Un lavoro curato che merita di essere segnalato per il forte impatto emotivo
 
APPREZZAMENTO
Infine, la Commissione unanimemente esprime il proprio apprezzamento per il lavoro (escluso dal concorso perché pervenuto oltre i termini del bando) del Liceo classico “E.Cairoli” di Varese (Va)
(Studenti Marco Mintrone (1B), Camilla Monti (5E), Rebecca Gennari (5E), Giulia Giffoni (5E), Diego Lorenzi (5E), Ilaria Piacenza (5E)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore