Il Governo fa cassa e vende le azioni di Enel spa

Il ministero dell’Economia e delle Finanze cede 540.116.400 azioni ordinarie (5,74%). Incasso previsto 2,2 miliardi euro. Entro il 2015 l'apertura al mercato di Poste e Ferrovie

ll ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef) ha lanciato una procedura accelerata di raccolta ordini (“Accelerated Book Building – ABB”), cioè vende, per la cessione di 540.116.400 azioni ordinarie Enel spa corrispondenti a circa il 5,74% del capitale sociale della società attraverso un consorzio di banche costituito da Bofa Merrill Lynch, Goldman Sachs International, Mediobanca e Unicredit Corporate & Investment Banking in qualità di Joint Bookrunners, e con l’obiettivo di promuovere il collocamento di queste azioni presso investitori qualificati in Italia, come definiti dal regolamento Consob n. 11971/1999, e investitori istituzionali esteri.
I termini finali dell’operazione saranno comunicati dal Mef al termine del collocamento.
Equita Sim spa e Clifford Chance hanno assistito il ministero rispettivamente in qualità di advisor finanziario e valutatore ed advisor legale. (fonte Mef)

Con questa operazione lo Stato incasserebbe 2,2 miliardi di euro ed  Enel spa scende al 25,5% del capitale ed essendo sotto il 30%, la soglia oltre la quale è obbligatorio lanciare una offerta pubblica di acquisto, la società diventa più contendibile sul mercato.  

Ultimate la quotazione di Fincantieri, la vendita del 35% di Cdp Reti, che ha le partecipazioni di Terna e Snam, a State Grid of China e quella del 40% di Ansaldo Energia a Shanghai Electric. C’è stata poi la quotazione di Rai Way, proprio oggi oggetto di un’offerta pubblica da parte di Ei Towers (Mediaset). Infine c’è il passaggio di Ansaldo Breda e Ansaldo Sts ai giapponesi di Hitachi.
Quanto alle quotazioni di Poste e Ferrovie, il Tesoro ha confermato l’intenzione di aprire il capitale delle due società entro il 2015.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.