Il libro dei sogni per Expo: “Stiamo realizzando tutto”

Dal grande infopoint al car sharing, dal wi fi pubblico alla vendita dei biglietti: tanti progetti che la città sta mettendo sul piatto in vista dell'esposizione universale. Ecco a che punto sono

Tanti e ambiziosi: la città non aveva messo freno ai suoi sogni in vista di Expo, pronta a cavalcare l’appuntamento. 250.000 euro sono stati stanziati per i progetti ipotizzati in vista dell’appuntamento e, a poco più di due mesi dall’inaugurazione «siamo a ottimo punto con tutti», assicura l’assessore Ivo Azzimonti.

Il primo ad arrivare sarà il wi fi nel centro cittadino. «E’ questione di giorni -spiega- dal momento che i problemi tecnici per i pali sui quali installare le antenne sono stati risolti» e quindi la rete internet gratuita non tarderà ad arrivare. Così, tra qualche settimana, all’interno dell’info point che sarà montato in Piazza San Giovanni si potrà navigare in libertà. Il progetto che ha previsto il restauro di una storica pensilina dei Molini Marzoli e inizialmente previsto nella zona delle ferrovie nord sarà infatti spostato in centro. «Senza sicurezze sul Malpensa Express -afferma l’assessore- sarebbe prematuro metterlo lì» e quindi si è deciso di spostarlo nel cuore della città: «in questo modo lo utilizzeremo sia per il Baff sia come punto informativo su Expo e sui progetti del nostro territorio».

E per muoversi in città arriverà il car sharing. «Abbiamo firmato pochi giorni fa il contratto con la E-Vai ed entro il 1 maggio tutto sarà pronto», annuncia Azzimonti. L’ambizioso progetto per portare auto pubbliche economiche ed ecologiche a Busto Arsizio ha visto la società che già oggi gestisce numerose auto condivise nella zona ad assicurarsi il bando da 200.000 euro «e questo permetterà di integrare il servizio, estendendolo enormemente». Nel frattempo, mentre il progetto della guida turistica di Busto Arsizio ha subito un rallentamento, agli itinerari turistici già pronti si associa «il ticketing per Expo che sta riscuotendo un grande successo sia tra il pubblico che tra gli esercizi commerciali». 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.