Il Varese spuntato strappa un pareggio a Trapani

Ai biancorossi continua a mancare un attaccante, ma in Sicilia arriva uno 0-0 che muove la classifica. I padroni di casa colpiscono una traversa con Scozzarella e sbagliano un rigore

La classifica continua non sorridere, ma il punto che il Varese intasca a Trapani (0-0) ha di certo qualche riflesso positivo. Anzitutto, i biancorossi chiudono una settimana durissima e lo fanno senza venire sconfitti, non poco davanti alla crisi societaria – segno che la squadra è tutt’altro che rassegnata – e davanti a un’avversaria che aveva apertamente dichiarato di voler “fare la guerra” per via di quel doloroso 5-2 biancorosso dell’andata. Il Varese invece ha interpretato bene una gara molto poco spettacolare, ha retto in tutte le fasi del gioco ed è stata anche premiata dalla dea bendata per due volte: sulla traversa di Scozzarella in avvio e sul rigore calciato sul palo da Basso in piena ripresa.

Galleria fotografica

Trapani - Varese 0-0 4 di 26

(L’abbraccio Neto-Terlizzi a fine gara / Immagini di Newphotopress)

Tra le altre note positive ci sono la ritrovata vivacità di Forte – finché ha fiato – e il ritorno di Cristiano che dà un’alternativa in più a Bettinelli, bravo secondo noi nel preparare la gara e mettere in campo la squadra, anche se continua a lasciarci perplessi quando non utilizza tutte le sostituzioni a propria disposizione. Quel che ancora manca, e non ci stanchiamo di ripeterlo, è invece una prima punta: anche a Trapani il Varese fa tutto tranne che tirare in porta, e senza conclusioni non si vince. Una verità palese e scontata, ma l’attaccante che serve non c’è ancora e questo vanifica gran parte del lavoro fatto dalla squadra, soprattutto a centrocampo, dove Osuji ha sostituito egregiamente Corti. Ora i biancorossi hanno una settimana per preparare una sfida che vale platino, quella in casa contro il Brescia che oggi ha perso in casa con il Perugia nonostante il ritorno in panchina di Calori. Non sarà uno spareggio, ma gli assomiglia molto: vedremo se Bettinelli potrà di nuovo contare su Neto e magari su un mister X svincolato pescato in qualche angolo d’Europa.

COLPO D’OCCHIO – Se a Varese nevica, a Trapani il meteo è altrettanto inclemente. Non ci sono fiocchi, ma la pioggia caduta in mattinata si ripropone battente durante la partita accompagnata da un vento forte e fastidioso. Discreta la cornice di pubblico al “Provinciale” di Erice e sugli spalti non manca una stoica quarantina di tifosi volati in Sicilia dalla Città Giardino.

CALCIO D’INIZIO – Bettinelli e Boscaglia disegnano le loro squadre con il 4-4-2 speculare. La prima notizia riguarda Corti, che non ce la fa per il dolore al dito del piede: al suo posto gioca Osuji che affianca Capezzi. L’allenatore del Varese alla fine vara un undici che vede la conferma, a sinistra, della “catena” formata da Rossi e Varela mentre tocca a Forte giocare in avanti con Neto Pereira. Il Trapani manda in campo fin dall’inizio i due ex, Terlizzi in difesa e Nadarevic all’ala sinistra; senza più il bomber Mancosu tocca a Curiale e Abate giocare in attacco.



IL PRIMO TEMPO
– L’avvio rappresenta il momento più difficile per il Varese della prima frazione. Passano meno di 2’ e il Trapani va vicinissimo al vantaggio con Scozzarella che scocca un siluro da fuori area favorito dal vento e centra la traversa. Pallone che finisce tra i piedi di Abate che non riesce a ribadire, e allora Perucchini e la difesa allontanano. Passano pochi minuti e tocca ancora ad Abate, favorito da un controllo fortunoso, scaricare di sinistro verso la porta biancorossa ma il tiro è largo e finisce sul fondo.
Al di là di ciò però la squadra di Boscaglia prova la via della rete solo con qualche tiro da lontano per provare a sfruttare la spinta del vento ma di fatto non riesce più a entrare in area per tutta la prima frazione. Così il Varese, minuto dopo minuto, cresce di tono e tesse la sua tela a centrocampo grazie a un Osuji bravo a fare la diga e a un reparto avanzato molto leggero, ma che comunque si muove senza dare punti di riferimento a Terlizzi e compagni. Forte si spreme anche in pressing e fa anche venire qualche brivido ai tifosi di casa, perché il portiere Gomis non è particolarmente bravo con i piedi.
Al 17′ è proprio Forte a ricevere in area a mezza altezza un cross di Neto ma il giovane attaccante non se la sente di provarci al volo (non era facile) e la difesa chiude su di lui. L’occasione più importante per il Varese però è a parti invertite: al 19′ Forte ruba palla e scappa a sinistra, poi mette al limite dove Neto trova lo spazio per colpire ma il tiro è forse meno potente del dovuto e così Gomis si supera respingendo la minaccia.
Nella seconda metà del tempo, come detto, il Trapani ci prova soprattutto da fuori con una punizione di Barillà e un tiro di Curiale ma il Varese tiene bene e si rende vivace soprattutto in ripartenza. Gara che resta corretta ma vede parecchi cartellini gialli: la scelta dell’arbitro Nasca è severa ma non sbagliata e gli animi non si scaldano più di tanto.

LA RIPRESA – Al rientro in campo non ci sono novità di formazione e per un po’ non succede nulla, nonostante la vivacità di Scozzarella che prova a tenere sulla corda il Varese. Al 9′ l’unica occasione della ripresa per la squadra di Bettinelli: il corner di Zecchin è sul primo palo e trova Varela pronto a fare da sponda. Il suo colpo di testa all’indietro è un assist per Rea che si trova relativamente solo in buona posizione, ma il destro al volo del difensore è purtroppo da dimenticare. Scampato il pericolo il Trapani, che alla vigilia ha promesso guerra, prova ad aumentare la pressione anche per via di qualche fischio del pubblico; il Varese però addormenta il gioco ed evita problemi.
Almeno fino al 23′ quando un filtrante di Scozzarella pesca Basso in area, bravo a tagliare e aggirare Fiamozzi che da dietro lo strattona: è rigore che il Trapani affida allo stesso Basso. Tiro secco che Perucchini per poco non prende, ma ci pensa il palo a infrangere le speranze dei granata.
Boscaglia allora cambia, inserendo Falco; dalla parte opposta Bettinelli toglie Forte e ripropone dopo tanto tempo Cristiano. Altre due sostituzioni da parte dei siciliani, con Malele e Lombardi ma nel frattempo la gara resta noiosa e imbrigliata, aggettivi che al Varese vanno bene. Bettinelli avrebbe ancora due cambi, ne spende uno sul finale con Blasi che rileva Osuji, non quello rimanente: la sua squadra trova ancora qualche sprazzo con Varela ma il tiro in porta rimane tabù. Per fortuna però anche la porta di Perucchini resta senza pericoli, con Simic a spazzare l’area e Rea che sull’ultimo corner allontana di testa. Finisce 0-0: non il massimo, ma vista la situazione va bene così. A patto di ritrovare la vittoria contro il Brescia, settimana prossima.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 febbraio 2015
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Trapani - Varese 0-0 4 di 26

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.