La musica entra nelle residenze sanitario-assistenziali

Il primo appuntamento è per domenica primo marzo a Besozzo con il duo formato da Manuela Matis al violino e Maria Grazia Petrali al pianoforte

La grande musica classica entra nelle residenze sanitario-assistenziali. Prende il via un ciclo di appuntamenti con concertisti di rilievo, già riconosciuti per le loro capacità a livello internazionale: sei incontri per gli ospiti della Fondazione Ronzoni di Besozzo e della Residenza di Malnate, ma anche per tutte quelle persone che vogliono cogliere l’occasione per accostarsi ad alcuni dei capolavori delle sette note, sempre introdotti dagli stessi musicisti così da facilitarne l’ascolto.

L’iniziativa, che ha come direttrice artistica la pianista varesina Livia Rigano, vedrà il primo momento nel pomeriggio di domenica 1° marzo a Besozzo: il duo formato da Manuela Matis al violino e Maria Grazia Petrali al pianoforte proporranno un intenso programma, ricco di brani di Bach, Beethoven, Paganini, Mendelssohn, Tchaikovskj e Dvorak.

Seguiranno gli appuntamenti, sempre a Besozzo, di domenica 29 marzo, con Sabrina Dente e Annamaria Garibaldi in un duo di pianoforte a quattro mani, e di domenica 12 aprile, con il pianista Valerio Premuroso.

Si passerà quindi alla Residenza di Malnate, con il primo concerto fissato per sabato 23 maggio con un inconsueto trio di corni di bassetto, formato da Maria Teressa Battistessa con Sergio Casellato e Stefano Sala, che eseguirà arie d’opera. La stessa struttura residenziale domenica 14 giugno ospiterà il duo Luca Torrigiani al pianoforte e Lapo Vannucci alla chitarra, preceduto da un’esibizione della giovanissima pianista malnatese Silvia Franzi.

A chiudere la rassegna, organizzata con il sostegno della Fondazione Comunitaria del Varesotto, sarà l’appuntamento di Malnate di domenica 12 luglio, con Ilaria Da Vite e Ivana Zincone in brandi di pianoforte a quattro mani.

Tutti i concerti inizieranno alle 16.30 e saranno a ingresso gratuito.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.