La stanchezza non ferma la Unendo Yamamay

Busto, senza l'influenzata Marcon, fatica ma batte 3-1 Forlì in trasferta. Accanto a Lyubushkina e a una Wolosz in crescita brilla anche la giovane Degradi

La Unendo Yamamay vince nella trasferta di Forlì per 1-3 (23-25, 25-23, 20-25, 23-25) ma deve combattere un po’ più del previsto contro un’avversaria che prova a dire la sua in campo e riesce a strappare un set a Busto. Parisi deve fare a meno di capitan Marcon, rimasta a Busto a causa della febbre e per due set tiene a riposo Diouf in vista dei prossimi e importantissimi impegni riminesi di Coppa Italia. Buono ugualmente l’atteggiamento delle biancorosse scese in campo che mostrano un bel gioco e che di nuovo hanno nella fase a muro l’arma in più (ben 18 muri punto contro i 7 delle avversarie).

(Lyubushkina esulta: Busto vince ancora / foto G. Alemani-Volleybusto)


Migliore in campo è – e anche qui non si tratta di una novità – la russa Ekaterina Lyuushkina che dall’inizio del campionato sta dimostrando di essere fondamentale per la squadra di Parisi. Per lei 17 punti (7 muri, 2 ace, 42%). Bene anche Havelkova (11 punti), la giovane Degradi (10) e Wolosz che si sta dimostrando in grande crescita, che questa sera ha distribuito bene la palla tra le sue attaccanti e soprattutto ha contribuito con ben 5 ace alla vittoria del match. Buona infine anche la prestazione del libero Leonardi che chiude con il 73% di ricezione positiva. Tra le avversarie spicca la prestazione dell’inossidabile Tai Aguero che a quasi 38 anni segna ben 23 punti (43% positivo), seguita da Ceron (14 punti, 6 muri e 67% positivo). Le ragazze di coach Parisi hanno messo a segno ben 10 ace (nonostante anche 13 errori in battuta) contro i 5 delle romagnole. Adesso Busto dovrà concentrarsi sul week end a Rimini per le Final Four di Coppa Italia che le vedrà impegnate sabato contro la Liu Jo Modena (inizio gara ore 18:30, diretta su RaiSport1).

LA PARTITA – Parisi schiera in capo Wolosz in regia, Diouf opposto, Degradi e Havelkova in attacco, Michel e Lyubushkina al centro, Leonardi libero. Il primo set inizia male per le biancorosse che si trovano in svantaggio per 6-2. L’assenza di Marcon in seconda linea si fa sentire ma le ragazze di Busto riescono a recuperare lo svantaggio e la parte centrale del set si gioca in equilibrio. Sul 23-24 Parisi inserisce Rania per Degradi per dare maggiore solidità in ricezione ma è Havelkova a segnare il punto della vittoria (23-25).
Il secondo parziale, dopo un avvio in equilibrio, vede le farfalle portarsi in vantaggio (11-14) ma trovare la rapida replica di Aguero che scalda il braccio e guida le sue compagne al sorpasso (20-19). Ancora una volta Parisi inserisce Rania ma le romagnole si portano sul 24-22. L’attacco out di Havelkova regala la vittoria alle avversarie (25-23) che pareggiano il conto dei set.
Nella terza frazione in campo vanno Pisani e Perry che prendono il posto di Michel e Diouf. Iniziano forte le biancorosse che si portano sul 5-9. Bene le due nuove entrate a muro, che in questo set si dimostra un parziale fondamentale: le bustocche tengono così in mano le redini della partita e stavolta è Degradi con un pallonetto, a mettere a segno il 20-25.
Il quarto set si gioca in equilibrio fino al 7 pari, poi sono le biancorosse a guadagnare margine sulle padrone di casa. La sempreverde Aguero prova a trascinare le sue compagne ma non basta perché le ragazze di Parisi hanno ingranato la marcia giusta, troppo alta per le forlivesi. A chiudere la partita è l’errore della stessa Aguero che sbaglia la schiacciata e premia la volata biancorossa: 23-25.



LE INTERVISTE –
  Alice Degradi (foto G. Alemani) non è più una sorpresa per i tifosi di questa Unendo Yamamay. La giovane biancorossa è contenta per la vittoria ma non manca di sottolineare alcune difficoltà della squadra: "Oggi siamo state un po’ meno brave del solito a gestire alcune situazioni, con qualche battuta errata di troppo e forse un po’ superficiali in alcuni attacchi. Però siamo rimaste sempre in partita ed è andata bene. Settimana prossima sarà importante, soprattutto per i tanti viaggi che dovremo affrontare".
Sorridente anche Ciara Michel: "Sono contenta di aver giocato, anche se poi sono dovuta uscire per la regola sul numero delle straniere. Questa è stata una partita difficile perché non possiamo pensare di sottovalutare una squadra come Forlì, che non hanno niente da perdere e hanno giocato la gara che ci aspettavamo. Sono state necessarie tutta la nostra lucidità e la nostra grinta per avere la meglio. A livello personale sono contenta della mia prestazione, anche al servizio, fondamentale su cui sto lavorando tanto".
Non manca infine l’analisi di coach Parisi: "Non sono sorpreso dalla partita che è andata in scena stasera, né per la grinta e la determinazione dell’avversario, né per quanto riguarda una nostra prestazione: ci poteva stare che fosse un po’ più difficile del solito per tutte le energie profuse in questo periodo. E’ difficile proporre sempre ritmi e livelli alti, in ogni caso oggi loro sono state brave e per noi in alcuni momenti era difficile mettere la palla a terra: siamo state molto altalenanti nel nostro gioco, con molti cali di tensione. Comunque ne usciamo con tre punti e ora ci proiettiamo alla prossima contro Urbino, che immagino sarà una partita fotocopia di quella di stasera.  

Volley 2002 Forlì – Unendo Yamamay Busto Arsizio 1-3 (23-25, 25-23, 20-25, 23-25)

Forlì: Lancelotti, Stoltenborg 1, Ventura 5, Ceron 14, Potokar 4, Nakarenko ne, Guasti 5, Neriotti 7, Aguero 23, Filipova (L), Koleva 7, Ferrara ne. All. Vercesi.
Busto Arsizio: Lyubushkina 17, Degradi 10, Rania, Michel 7, Leonardi (L), Aelbrecht ne, Perry 9, Camera ne, Diouf 6, Wolosz 7, Havelkova 11, Pisani 5.  All. Parisi.
Arbitri: Zingaro e Puletti. 
Note. Forlì: battute sbagliate 11, ace 5, muri 7. Busto Arsizio: battute sbagliate 13, ace 10, muri 18. Durata set: 29′ 29′ 29′ 30′. Spettatori: 1300.  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.