A teatro “La Vergine Maria di Gaudalupe, storia di un’apparizione”

L'appuntamento è per domenica 1 marzo, alle 17, al Teatro S. Anna

La sezione bustese di “Difendere la vita con Maria”, presente in città da 15 anni, promuove domenica 1 marzo 2015 alle ore 17,00 a Busto Arsizio presso il teatro S. Anna, nella piazza omonima, la rappresentazione teatrale “La Vergine Maria di Gaudalupe, storia di un’apparizione. La “piece”, dice Paola Centomo, Presidente dell’Associazione bustese, vuole ricordare i 20 anni dell’Evangelium Vitae del Santo Giovanni Paolo II, il Papa mariano che ha parlato con il cuore e al cuore di tutti noi con i suoi appelli legati alla difesa della vita, dal concepimento alla morte naturale.

Con l’occasione don Maurizio Gagliardini di Novara, Presidente Nazionale, continua la Segretaria Eleonora Granata Tacchi, ripresenterà le finalità e farà conoscere l’operatività della Associazione, ancora per molti sconosciute, sorta in risposta all’appello del Santo Padre nell’ Evangelium Vitae che ribadiva “l’urgenza di una generale mobilitazione delle coscienze e un comune sforzo etico, per mettere in atto una grande strategia a favore della vita…." (EV 95). Aggiungendo che "è urgente una grande preghiera per la vita, che attraversi il mondo intero… " (EV 100). 

“Difendere la Vita con Maria”, sparsa in 50 città d’Italia e presente anche a Busto Arsizio, dice infine il Vice Presidente Danilo Mainetti, lavora nel campo della formazione, promuovendo, attraverso convegni e riviste, una mentalità a favore della vita, coltiva la spiritualità mariana, attraverso momenti dedicati alla preghiera, e promuove il rispetto e il seppellimento delle spoglie dei bambini che, a causa di aborti naturali o volontari, non sono venuti alla luce, come è indicato nella istruzione della Congregazione della Dottrina della Fede Donum vitae 1,4 (2): "I cadaveri di embrioni e feti umani volontariamente abortiti o non, devono essere rispettati come le spoglie degli altri esseri umani".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.