Progetto Tangram: scambio di idee per soluzioni sociali

Gruppi di quartiere e pubblica amministrazione uniti per il benessere dei cittadini e delle famiglie. Sabato scorso il secondo workshop dei Tavoli di Sviluppo di Comunità di Varese

Il Tangram, è un gioco della tradizione cinese formato da pezzetti di legno con i quali è possibile creare infinite combinazioni, a patto di usare tutti i tasselli.  Non a caso Tangram è stato scelto come nome per lo sviluppo di un progetto di coesione sociale da sviluppare nell’Asse Varese Est e precisamente nei quartieri di Biumo Inferiore, Belforte, San Fermo e Bustecche.

Sabato 21 febbraio, in occasione del secondo workshop dei Tavoli di Sviluppo di Comunità di Varese, i gruppi di quartiere , che si riuniscono una volta all’anno alla ricerca del metodo giusto per affrontare i problemi del territorio, hanno cercato di riflettere su come poter sollevarle le questioni del territorio e come poter intervenire insieme all’amministrazione pubblica. 

La giornata è stata coordinata dalla Cooperativa Sociale NATURart e l’Associazione l’Albero all’interno di Tangram, progetto di coesione sociale finanziato dalla Fondazione Cariplo.

«Il nostro ambito è il benessere dei cittadini e delle famiglie: l’infanzia, l’adolescenza, gli anziani, il tema del lavoro, i servizi a supporto alla famiglia, le iniziative socializzanti nel territorio» hanno spiegato gli organizzatori.

Dall’incontro sono emerse due idee principali. In primo luogo, per risolvere ciò che i territori reclamano, si è evidenziata la necessità di organizzare, a maggio, un confronto tra i 4 tavoli e l’amministrazione comunale. In seconda battuta si sta ancora pensando ad organizzare,sempre nel mese di maggio, uno o più eventi finali del Progetto Tangram.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.