Regione Lombardia stanzia 269 milioni per la scuola

I fondi sono destinati a coprire più voci, a rafforzare l'apprendistato e a combattere la dispersione scolastica

Su proposta dell’assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro Valentina Aprea, la Giunta regionale lombarda ha approvato uno stanziamento di 269 milioni di euro per l’istruzione e la formazione a valere sul prossimo anno scolastico.

«Non solo abbiamo confermato la ‘Dote’ a favore degli studenti – ha spiegato Aprea -, ma siamo anche riusciti ad aumentare gli importi relativi alla componente ‘Buono scuola’ per gli studenti più deboli delle scuole primarie". Inoltre, nella componente ‘disabilità’ sono state riviste le modalità di erogazione del ‘Buono scuola’ a favore delle scuole paritarie, con un contributo per ciascun
alunno invece dell’assegnazione alle famiglie di un ‘Buono servizi’.

Dei 56 milioni totali, 28 sono stati destinati alla componente ‘Buono scuola’ per le paritarie, mentre i rimanenti 28 andranno come contributi per l’acquisto di libri e strumentazioni elettroniche e per la componente merito e per l’inserimento degli alunni disabili nella scuola paritaria.

COME CAMBIANO GLI IMPORTI DEL BUONO SCUOLA
Il valore della componente ‘Buono scuola’ viene parametrato sull’Isee e avrà i seguenti importi:
Isee/ importo 2015/ importo 2014

– 0-8.000 euro/ 700 euro/ 550 euro
– 8.001-16.000 euro/ 600 euro/ 450 euro
– 16.001-28.000 euro/ 450 euro/ 350 euro
– 28.001-38.000 euro/ 300 euro/ 200 euro

La componente ‘IeFP’. I fondi sono comprensivi delle assegnazioni statali destinate ai percorsi triennali di IeFP, stimate per l’anno formativo 2015/ 2016 in almeno 57 milioni di euro, nonché delle risorse del POR FSE 2014/2020 pari a 42.750.000 euro. «Per il sistema di istruzione e formazione professionale, rispetto agli anni precedenti – ha precisato Aprea – vengono diversificati i contributi massimi in funzione del tipo di percorso formativo. Vogliamo garantire inoltre
maggior efficienza ed equità tra Istituzioni formative provinciali e privati accreditati.

Quattro milioni per l’apprendistato – L’azione mira a favorire la stipula di contratti di apprendistato come modalità stabile per il conseguimento della qualifica professionale.

Otto milioni contro la dispersione scolastica – Questi fondi serviranno a contrastare la dispersione scolastica attraverso il Programma regionale di ‘Garanzia Giovani’.

Beneficiari – Potranno richiedere questi i contributi:
– studenti residenti in Lombardia, iscritti e frequentanti corsi
a gestione ordinaria presso le scuole primarie, secondarie di I
grado e secondarie superiori, paritarie e statali;
– studenti iscritti alle classi finali di percorsi di istruzione
e formazione professionale (IeFP);
– studenti portatori di handicap;
– scuole primarie e secondarie lombarde, statali e paritarie;
– studenti lombardi delle istituzioni formative pubbliche e
private accreditate per la formazione professionale

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore