Sala giochi d’azzardo, il Comune scrive ai cittadini: “Lottiamo insieme”

L'invito di sindaco e giunta ai firmatari della lettera con quale è stato chiesto all'amministrazione di impedire l'apertura di una sala sulla Varesina, che sarebbe troppo vicina alla chiesa

«Attiveremo tutti gli strumenti in nostro potere per ostacolare il diffondersi del gioco e per contribuire a informare e sensibilizzare i cittadini rispetto ai rischi del gioco». Sono le parole rilasciate dalla sindaco Mattia Premazzi e della Giunta che invitano i sottoscrittori della lettera inviata ai giornali a presentarsi in municipio. Sul tavolo la richiesta da parte di alcuni cittadini, parrocchiani della chiesetta di Loreto, perchè il comune effettui gli opportuni controlli per ritare la ricenza di apertura alla Sala Giochi d’Azzardo che dovrebbe a aprire sulla Varesina. Questo perchè, secondo i cittadini, si trova troppo vicina alla chiesa. 

«In merito alle notizie uscite sulla stampa in questi giorni relative all’apertura di una sala giochi lungo la statale Varesina, l’amministrazione comunale di Venegono Inferiore si dichiara molto preoccupata e determinata a ostacolare in ogni modo il diffondersi di forme di dipendenza da gioco – si legge nella nota diffusa da sindaco e giunta -. La preoccupazione non è solo relativa all’apertura di un nuovo esercizio, ma anche rispetto a quelli esistenti. Soprattutto siamo preoccupati rispetto diffondersi dei problemi relativi alle forme di dipendenza da gioco. Le ludopatie oggi sono una vera piaga sociale, causa scatenante di disagio e di problematiche che vanno a incidere pesantemente sulle famiglie».

 
«Per questo motivo attiveremo tutti gli strumenti in nostro potere per ostacolare il diffondersi del gioco e per contribuire a informare e sensibilizzare i cittadini rispetto ai rischi del gioco – concludono -. A questo proposito desideriamo rivolgere l’invito soprattutto ai cittadini che hanno presentato ai giornali una lettera di legittima preoccupazione affinché vengano a incontrare Sindaco e Giunta in Comune al più presto per definire insieme i passi che si possono intraprendere».
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.