Saronno, vittoria che vale doppio. Ko per Legnano e Robur

La Imo batte Opera e scavalca Gazzada, battuta a Nerviano. In A2 la Europromotion inizia male, rimonta e perde a Omegna. Nulla da fare per la Coelsanus a Siena. In C è crisi per la Valceresio

SERIE A2 – Legnano non perde solo la partita contro Omegna ma anche la differenza canestri che ora è a favore dei piemontesi, al termine di una gara fondamentale per la salvezza. Inizio da brividi per l’Europromotion che non riesce a prendere le misure agli avversari, e obbliga coach Ferrari a chiamare time-out per dare la sveglia ai suoi. Ma la musica cambia poco, Legnano non trova la precisione in attacco e chiude il primo quarto sotto 28-13. Il secondo periodo è ancora peggio, con Omegna che allunga fino al 40-17 quando mancano 4 minuti alla pausa lunga, anche se poi il quarto che si chiude sul 49-28. Qualcosa sembra cambiare nel terzo parziale; Omegna perde un po’ di lucidità, e l’ultima frazione si apre con Legnano che arriva a meno 12. Frassineti mette il meno 9 (69-60), Krubally prima il -7, poi addirittura il -4, ma gli americani dei padroni di casa ritrovano la retta via e ricacciano indietro gli Knights. Ferrari chiama il timeout, ma al rientro Arrigoni sbaglia due liberi, mentre Cappelletti li segna. Ormai si gioca per la differenza canestri, che visto com’era partita la gara, non può che essere dalla parte di Omegna, e la sirena sancisce l’85-76.
Classifica: Ravenna, Treviso 28; Treviglio, Ferrara 26; Recanati, Reggio Calabria, Tortona 24; Chieti, Omegna, Imola 20; Latina, Roseto, Scafati, LEGNANO 18; Matera 14; Piacenza 8.

(Petrucci al tiro contro Omegna / Foto Legnanobasket)

SERIE B – Dopo il "referto giallo" ricevuto in casa contro Oleggio, la Coelsanus esce sconfitta anche dal campo di Siena (77-60); i gialloblu ci provano, ma privi di Matteucci, fuori per problemi alla schiena, e senza coach Passera in panchina (squalificato), le premesse non erano certo delle migliori. Ci prova comunque Bolzonella a tirare le fila di un primo quarto, tutto sommato equilibrato, prima che Siena metta il turbo e con Pignatti (preciso da 3 punti) lo chiuda sul 24-16. La seconda frazione si apre con una tripla di Santambrogio dall’angolo, ma Siena aumenta l’intensità difensiva e la Robur va in affanno; all’intervallo, i varesini sono sotto di 17 punti: 45-28. Il parziale di 0-4 in avvio del terzo periodo per la Coelsanus fa ben sperare, ma la Mens Sana non si lascia intimorire: i toscani non sbagliano un colpo e la Robur tocca anche il -25 (57-32), prima di risalire fino al -11 (67-56) a metà ultimo periodo. Nonostante i toscani litighino con i liberi, Parente chiude la partita mettendo il 75-56 quando manca solo 1’ 30’’ da giocare. Per la banda di coach Passera ora un’altra trasferta in terra di Toscana, contro Cecina. Weekend di riposo per la Ltc Sangiorgese invece, prima del rush finale per le qualificazioni ai playoff, che comincerà dal turno di settimana prossima contro Piombino.
Classifica: Siena 30; Cecina 26; Livorno, Borgosesia 24; VARESE 22; Piombino, Bottegone 20; Pavia 16; SANGIORGESE, Oleggio 14; Mortara, Empoli, Monsummano 12; Cus Torino 10.

    

(Leva attacca la difesa di Opera / Foto Robur Saronno)


SERIE C – Festeggia solo l’Imo Saronno, che piega Opera e completa un tris di vittorie che ipoteca i playoff interregionali. Ma è solo nell’ultima frazione che la squadra di coach Piazza riesce finalmente a dilagare e con un’ottima prestazione corale (quattro in doppia cifra, 20 di Corno) a chiudere la gara 84-60. La contemporanea sconfitta del 7Laghi a Nerviano, ha inoltre consegnato anche la vetta in solitaria alla Imo: terzo stop di fila dunque per i gialloblu di Garbosi, che partono forte, ma alla lunga pagano la stanchezza e crollano così nell’ultimo periodo a Nerviano 80-73, scivolando al secondo posto in classifica. Ai gialloblu (Passerini 26, doppie-doppie per Terzaghi e Moraghi) toccherà sabato prossimo lo scontro diretto con Lissone. Ennesima sconfitta anche per la Valceresio, che sembra entrata in un tunnel senza uscita, e che allunga a quota sei la sua striscia negativa contro Calolziocorte (87-80).
Classifica: SARONNO 30; GAZZADA, Manerbio, Lissone 28; Milano3 26; Opera, Calolziocorte 24; Iseo 22; Bernareggio, Olginate 20; VALCERESIO, Boffalora, Nerviano 14; Piadena 12; Cantù 2.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.