Valanga al Gran San Bernardo, muoiono 4 scialpinisti milanesi

Quattro le vittime tutte residenti in provincia di Milano: Paolo Acucini, Valeria Bassi, Gianluca Spina e Francesca Clerici

E’ di quttro morti il bilancio definitivo della valanga caduta nel pomeriggio di sabato 21 febbraio 2015,  sul versante svizzero del Gran San Bernardo. 
Tre scialpinisti, tutti italiani, sono morti nella regione del Gran San Bernardo in Vallese a causa di una valanga di grandi dimensioni che li ha travolti, verso le 13.40 di sabato 21 febbraio. Le vittime, due donne e due uomini, facevano parte di un gruppo di sei persone più o meno 50enni. Le vittime, tutte residenti in provincia di Milano, sono quattro: Gianluca Spina,  Francesca Clerici, Paolo Acucini e Valeria Bassi

Francesca Clerici era neurologa all’ospedale Sacco di Milano, mentre Gianluca Spina era il direttore del Mip, la School of Management del Politecnico di Milano. Valeria Bassi e Paolo Giovanni Agugini erano coniugi: Valeria Bassi insegnava matematica al liceo classico Parini. Il marito Paolo Agugini era un commercialista. Un quinto componente del gruppo ha subito più lievi ferite, il sesto ne è uscito pressocchè illeso. 

colle gran san bernardo googleCome riferisce il sito della Rsi:

"Alcuni dei malcapitati sono stati trovati a più di due metri e mezzo sotto la neve", ha dichiarato il portavoce della polizia vallesana, Jean-Marie Bornet, portavoce della polizia.

Nonostante l’allarme sia subito scattato, i soccorsi sono stati difficili a causa delle pessime condizioni meteo. Il gruppo stava percorrendo in salita un tratto scialpinistico molto famoso, in direzione dell’ospizio del Gran san Bernardo, e sono stati travolti dalla slavina all’altezza della "combe des morts" l’unico punto pericoloso di una pista molto praticabile. Anche l’allarme slavine era limitato: 2 su 5. I membri del gruppo erano tutti dotati di cercapersone di sicurezza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.