La scalinata Liberty di Gallarate, ancora abbandonata al degrado

Il recupero dell'opera nei dintorni della stazione, costruita a inizio Novecento dalla città, è stato votato dai cittadini nel "bilancio partecipato". In attesa del cantiere, rimane però sporca e sfregiata ogni giorno: come si pensa di tenerla pulita in futuro?

scalinata liberty gallarate degrado
scalinata liberty gallarate degrado

La scalinata Liberty nella zona della stazione sarà recuperata in futuro, ma intanto il presente è fatto di sporcizia, incuria e nessun intervento da settimane. Il progetto di recupero della scalinata pubblica che collega via Venegoni e il sottopasso della ferrovia alla stazione è il più votato tra i progetti approvati con il “bilancio partecipato”: 275 gallaratesi avevano chiesto il recupero, nella prima edizione (quest’anno) del bilancio partecipato. Un impegno importante assunto dall’amministrazione comunale, di fronte ad una piccola ma significativa opera: un punto ben riconoscibile nel “paesaggio urbano”, una delle prime dotazioni pubbliche della città moderna.
A segnalare – a VareseNews ma anche allo stesso Comune – il degrado costante e crescente sono prima di tutto le persone che passano di lì diretti in stazione: «Ogni mattina per passare bisogna tapparsi il naso dalla puzza di piscio che si sente, alcuni giorni si trova persino altri liquidi che è meglio non approfondire. Purtroppo sono settimane o forse mesi che non si vede nessun miglioramento e in particolare nessuna seria pulizia a base di acqua e disinfettanti».

La pulizia della scalinata e delle aiuole vicine dovrebbe essere in parte anche in carico a Gruppo FS (proprietario di una porzione qui, come di tanti altri terreni ai margini della ferrovia), ci sono forse contenziosi su chi deve fare cosa, ma di certo il connubio tra Comune e ferrovie non sta funzionando a dovere: «Come se non bastasse da qualche giorno l’aiuola verde sul lato sinistra mentre si sale (verso la ferrovia per intenderci) è ormai una colonia di topi di varie misure, ieri e oggi alle 7:30 ho intravisto correre almeno una decina di esemplari».

Il richiamo al degrado di oggi non è casuale: se in futuro si aprirà il cantiere e la scalinata Liberty sarà restituita al suo splendore originale (cliccate qui e guardate questa scena degli anni Cinquanta, dà l’idea), come si potrà impedire che sporcizia, rifiuti e resti biologici vari vanifichino la spesa? È una domanda a cui l’amministrazione comunale – nei suoi diversi uffici e articolazioni, dalla Polizia Locale all’azienda rifiuti – dovrà rispondere.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 11 luglio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.