Brucia le auto sbagliate per vendicare il cane

Indagine dei carabinieri scopre che alla base di un incendio non c'era una banale lite condominiale ma una rivalsa

carabinieri notte

Il cane morto, un dispiacere e un cieco desiderio di vendetta. Talmente cieco, da sbagliare persino bersaglio, incendiando tre automobili e uno scooter a persone che nulla c’entravano. I carabinieri di Besozzo hanno condotto un’indagine su una presunta lite di condominio in via Gorini e hanno scoperto che in realtà il fuoco appiccato lo scorso 10 luglio al numero 17 ha un unico responsabile. Un uomo di 37 anni, con vari precedenti penali. Era accaduto che un vicino di casa, per sbaglio, ne aveva investito il cane, causandone il decesso.

L’uomo ha così maturato il desiderio di vendicarsi e credendo di dare fuoco all’automobile della persona odiata si è introdotto con della benzina nel cortile del palazzo. In effetti, l’autista del mezzo aveva abitato in quel palazzo ma da qualche tempo aveva cambiato casa. Così, il vendicatore, un uomo con vari precedenti penali, ha dato fuoco alle auto e allo scooter di persone che non erano nemmeno coinvolte nella vicenda. L’indagine dei carabinieri ha permesso di accertare la responsabilità del 37enne, arrestato con una ordinanza di custodia cautelare del gip di Varese.

di
Pubblicato il 20 agosto 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.