Dote sport 2015, aderisce anche Luino

I soggetti destinatari del sostegno economico sono bambini di età compresa fra 6 e 13 anni e i ragazzi tra i 14 e i 17 anni

garbosi giovani basket sport bam

Il Comune di Luino aderirà alla “Dote Sport 2015” di Regione Lombardia, una forma di sostegno che intende favorire l’avvicinamento alla pratica sportiva anche da parte di quei bambini e ragazzi appartenenti a nuclei familiari in condizioni economiche meno favorevoli. La misura si colloca all’interno di strategie più complessive per sostenere l’investimento regionale sulla diffusione della pratica sportiva come fattore di prevenzione e come volàno di valori educativi e di inclusione sociale.

Sono previste  due linee di finanziamento: “Dote Junior”, riservata ai bambini dai 6 ai 13 anni, con un budget complessivo di 1 milione di Euro; la “Dote Teen”, per i ragazzi da 14 a 17 anni, con una dotazione iniziale di 658.740 Euro, eventualmente incrementabili, in caso di disponibilità di maggiori risorse, con ulteriori 841.260 Euro.Per ciascuna linea, il 10 per cento delle risorse finanziarie sarà riservato alle persone con disabilità.

I soggetti destinatari della Dote Sport sono bambini/ragazzi di età compresa fra 6 e 13 anni (Dote Junior) e tra i 14 e i 17 anni (Dote Teen) compiuti alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, che appartengono a nuclei familiari in cui: almeno uno dei due genitori, o tutore, è residente in Lombardia da non meno di cinque anni; il valore ISEE all’atto di presentazione della domanda non è superiore a euro 20.000.

La “Dote Sport” verrà concessa quale contributo sulle spese sostenute per la frequenza da parte dei figli minori, nel periodo settembre 2015 – giugno 2016, a corsi o attività sportive che: prevedano il pagamento di quote di iscrizione e/o di frequenza; abbiano una durata continuativa di almeno sei mesi; siano tenuti da associazioni o società sportive dilettantistiche scelte dalle famiglie nel Registro Coni o affiliate a Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate, Enti di Promozione Sportiva.

Di norma verrà assegnata una sola dote, del valore massimo di 200 euro, per famiglia con la possibilità di ulteriori doti per altri figli, in caso di risorse disponibili.

I comuni che aderiscono, in forma singola o associata, supporteranno le famiglie nella successiva fase di presentazione della domanda e per la gestione operativa della misura. Le famiglie, pertanto, potranno presentare la domanda (a partire dalla metà di settembre 2015) solo dopo che il Comune di residenza avrà aderito all’iniziativa.

«Sono contento del fatto che la Giunta Comunale abbia scelto di aderire alla Dote Sport perché lo sport è per tutti ed è giusto che tutti, in particolare i più giovani, possano sviluppare una passione o un divertimento crescere in ogni settore». – commenta il consigliere Marco Rossi con delega allo sport.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 agosto 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.