Famiglie in difficoltà, arrivano i buoni sociali

Saranno riconosciuti fino a 250 euro al mese per le famiglie con minori o adulti in condizioni di fragilità. Ecco chi e come si può partecipare al bando

servizi sociali

C’è tempo fino al 5 settembre per presentare la richiesta di accesso ai buoni sociali messi a disposizione dall’Azienda Speciale Consortile del Medio Olona: contributi fino a 250 euro che potranno essere richiesti dalle famiglie in difficoltà residenti a Castellanza, Fagnano Olona, Gorla Maggiore, Gorla Minore, Marnate, Olgiate Olona o Solbiate Olona.

IL PROGETTO – Il buono sociale si propone di intervenire a sostegno di situazioni di disagio riconducibili a difficoltà economiche, sociali, psicologiche e sul piano della salute e dell’autonomia individuale. Si tratta di avviare nei confronti dei soggetti richiedenti un intervento di assistenza economica finalizzata, basata cioè sul coinvolgimento attivo del fruitore, rendendolo partecipe all’azione di recupero, prevedendo e definendo insieme a lui le condizioni da rispettare. Ciò significa valorizzare la centralità e il ruolo attivo del cittadino alla luce dei suoi specifici bisogni, nell’ambito del progetto assistenziale concordato.

DESTINATARI – Rispetto alle singole tipologie, sono stati individuati due diversi piani. Il primo riguarda i nuclei familiari con minori: il progetto coinvolge tutti i componenti attraverso programmi di integrazione sociale orientati al recupero, alla promozione e al sostegno delle responsabilità individuali e familiari. L’altro punta al sostegno di adulti in condizioni di fragilità: si vogliono sostenere le persone che vivono in situazioni di disagio sociale spesso correlato a problematiche di salute mentale, esperienze di detenzione in strutture penitenziarie, tossicodipendenza, alcoolismo, gap.

IL CONTRIBUTO: In entrambi i casi il progetto prevede un contributo della durata di un anno. Nel primo piano di intervento, quello che riguarda i minori, l’assegno riconosciuto sarà di 250 euro al mese mentre per gli adulti in condizioni di fragilità l’importo mensile potrà cambiare: 100 euro alle persone che hanno un’invalidità compresa dal 74% al 99% e 250 a quelli sotto il 73%.

DOMANDE: Moduli, documenti richiesti e certificazioni variano in base alla tipologia di contributo che si intende richiedere. Tutte le informazioni possono essere consultate sul bando ufficiale, cliccando qui.

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 05 agosto 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.